Olivera, Milic, Diks, Toledo, Dragowski, Maganjic sono costati più di 20 milioni di euro. Il bilancio degli acquisti viola

Tutti gli acquisti viola nel dettaglio del bilancio della Fiorentina. Ecco quanto sono costati alla società

0
532
Firenze, stadio Artemio Franchi, 22.12.2016, Fiorentina-Napoli, Foto Fiorenzo Sernacchioli. Copyright Labaroviola.com

Il bilancio di esercizio per l’anno solare 2016 della ACF Fiorentina, carte alla mano, segna un passivo di 2.736.769 euro, contro una perdita dell’esercizio precedente di € 15.581.807.
Ma la campagna acquisti in entrata, nel corso dell’esercizio 2016 e i successivi, peserà sulle casse viola per oltre 20,78 milioni di euro: questo il valore complessivo delle operazioni che hanno portato a Firenze la scorsa estate Cristoforo, Diks, Dragowsky, Maganjc, Milic, Olivera (a titolo definitivo o con obbligo di riscatto) e i prestiti di Toledo e Sanchez.

Vediamo il bilancio nel dettaglio

Il valore della produzione sale a 135.445.973 € con un incremento di 3.267.333 € rispetto al 2015.
Gli oltre 135 milioni di cui sopra sono generati da vari proventi che, rispetto al 2015 registrano sostanziali differenze in alcune voci. Crescono infatti i proventi da diritti TV (54.882.693 € con un incremento di 8.431.926 – sempre rispetto al 2015); i ricavi da sponsorizzazioni crescono di 1.540.163 €; le plusvalenze dalle cessioni calciatori salgono di 2.637.810 €. Crollano, però, i ricavi dalla vendita di biglietti e abbonamenti: dai 13.413.056 € del 2015, si scende agli 8.753.868 € del 2016 (decremento pari a – 4.659.188 €); cosi come i “Proventi vari” che segnano una perdita pari a – 5.186.292 €, determinata principalmente dalla sensibile differenza dei proventi per la partecipazione alle coppe europee.

La riduzione della perdita dell’esercizio 2016 è determinata da un decremento dei costi della produzione pari a 137.609.619 € con un risparmio di 7.267.910 € rispetto al 2015. Salari e stipendi (monte ingaggi tesserati, più altri dipendenti) passano dai 74.174. 371 € del 2015, ai 69.354.677 € del 2016; così come i “servizi” calano di 2.603.228 €. Salgono, però, i fondi accantonati per rischi (+ 1.482.700 €), oltre la comparsa di 1.280.000 € di svalutazioni crediti.

Scorrendo il bilancio emergono i compensi contrattuali dei calciatori: se scendono i compensi base (da 53.793.286 € del 2015 ai 46.136.198 € del 2016), salgono i compensi legati ai risultati sportivi + 4.117.484 €. Calano di circa un milione di euro, nel 2016, i compensi complessivi per allenatori, tecnici e altri tesserati.

Ma veniamo alla sfavillante campagna acquisti – cessioni della scorsa estate (NB: le cifre riportate in seguito riguardano il valore complessivo delle operazioni, in molti casi le entrate e le uscite prevedono pagamenti dilazionati in più stagioni sportive).

La cessione di Alonso per 24.000.000 € è l’operazione più rilevante per il mercato in uscita (per una plusvalenza pari a ben 22.134.737 €).
Tra le operazioni in entrata, tra gli altri, segnaliamo Cristoforo, Diks, Dragowsky, Maganjc, Milic, Olivera (a titolo definitivo o con obbligo di riscatto) e i prestiti di Toledo e Sanchez.

Ecco i costi dei cartellini:
Cristoforo 3.000.000 €
Diks 2.800.000 €
Dragowsky 2.500.000 €
Maganjic 1.150.000 €
Milic 600.000 €
Olivera 4.800.000 €
Toledo 1.500.000 €
Sanchez 250.000 €

Ai suddetti costi dei cartellini vanno ad aggiungersi i costi di compenso agli agenti, che sono così ripartiti:

Cristoforo 321.000 €
Diks 386.000 €
Dragowsky 350.000 €
Maganjic 1.150.000 €
Milic 473.500 €
Olivera 321.000 €
Toledo 1.000.000 €
Sanchez 180.000 €

Ecco che il costo complessivo per i suddetti calciatori (in molti casi è rateizzato in varie stagioni, sia per i cartellini, sia per gli agenti) è il seguente:

Cristoforo 3.321.000 €
Diks 3.186.000 €
Dragowsky 2.850.000 €
Maganjic 2.300.000 €
Milic 1.073.500 €
Olivera 5.121.000 €
Toledo 2.500.000 €
Sanchez 430.000 €

Per un totale di 20.781.500 €.
Quasi 21 milioni di euro di costi complessivi per acquisire le prestazioni di giocatori che ad oggi hanno dato poco o nulla alla Fiorentina. Ribadiamo che questi 21 milioni scarsi peseranno sulle casse della Società viola ripartiti anche nelle stagioni a venire, pertanto sono andati ad incidere sull’esercizio 2016 solo in parte.

“Olivera se non lo conoscete è un problema vostro”, disse Pantaleo Corvino in occasione della sua presentazione alla stampa. Il problema è che complessivamente costerà alla ACF Fiorentina 5.121.000 €.
Donato Mongatti, il sito di Firenze

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.