27 Gennaio 2022 · 05:50
5.2 C
Firenze

New York Cosmos di Commisso, è declino. Club non si iscrive al torneo, c’entra la Fiorentina?

Il più celebre club di calcio degli Stati Uniti, il New York Cosmos è in declino, Commisso, proprietario della società, preferisce concentrarsi solo sulla Fiorentina?

Questa volta è finita sul serio e il responsabile non è stato E.T. l’extra terrestre. I New York Cosmos, il club di soccer più famoso al mondo, non prenderà parte al campionato. Questa mattina il Corriere dello Sport ha affrontato questo argomento. Il Commisso Stadium, un impianto da 3.500 posti, rimarrà tristemente chiuso. Nemmeno l’arrivo del miliardario italo-americano Rocco Commisso ha permesso al club newyorchese quella rinascita che i supporter si aspettavano dopo anni nel dimenticatoio.

Sono lontani i tempi in cui nei Cosmos giocarono Pelè e Beckenbauer, Giorgio Chinaglia l’attaccante italiano che rimarrà per sempre nei cuori dei tifosi per via del record ancora oggi imbattuto di 193 gol siglati in 213 partite e Carlos Alberto, Johan Cruyff e Vladislav Bogićević, Johan Neeskens e François Vander Elst.

Il 13 aprile prenderà il via il campionato NISA (la nostra Serie C), la National Independent Soccer Association, con la Legends Cup, mentre il 1 maggio partirà il campionato. Ma il club del presidente della Fiorentina non ci sarà, dopo aver comunicato nel mese di gennaio l’annullamento di ogni attività in questa stagione. La motivazione ufficiale è scontata: Pandemia e tutta la crisi economica che ha scatenato a livello globale.

Nei mesi scorsi si è partiti con lo smantellamento dei settori giovanili, mentre ai giocatori e allo staff tecnico sono stati sciolti tutti i contratti ed è stato comunicato loro di trovarsi un’altra sistemazione. La crisi ha colpito duramente il club, dopo non essere riuscito a ottenere l’ingresso dalla porta principale nella MLS.

Non è bastato l’entusiasmo di un Presidente tifoso come Commisso, che nel 2017 era subentrato dopo l’ennesima fallimentare gestione del club, riuscendo nella difficile impresa di salvarlo dalla bancarotta e a risarcire tutti i dipendenti per poi iscriverlo al nuovo campionato di terza divisione.

Dopo un deludente campionato di NISA con un successo in dieci partite, a New York si sperava che il peggio fosse passato al termine di una stagione trascorsa in affanno soprattutto per i problemi societari.

A rovinare l’entusiasmo ritrovato dell’ambiente ci ha pensato il maledetto Covid-19. La mancata iscrizione potrebbe ridimensionare una volta per tutte le ambizioni dei Cosmos, nonostante ancora oggi siano uno dei club più amati degli Stati Uniti.

SERIE A PER DAZN, UN SOLO ABBONAMENTO PER 6 DISPOSITIVI

Serie A su Dazn, un abbonamento e 6 dispositivi: basta l’app, costerà 30-35 euro al mese

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO