4 Dicembre 2021 · 15:10
4.8 C
Firenze

Nel bilancio della Fiorentina, costi per 100 milioni, ricavi per 60 milioni. In arrivo soldi di Chiesa

Rosso di 30 milioni che verrà ripagato da Commisso grazie alla Mediacom, pesa nel bilancio della Fiorentina lo stadio chiuso nel 2020

Firenze, stadio Franchi, 06/06/2019, presentazione Rocco B. Commisso, foto Fiorenzo Sernacchioli. Copyright Labaroviola.com

Tuttomercatoweb ha fatto un approfondimento sul bilancio della Fiorentina, questo il focus proposto:

“I Della Valle preferivano far combaciare i bilanci della propria squadra compatibilmente con quelli delle altre holding. Invece Commisso ha preferito spostare di sei mesi la scadenza, passando dalla fine di dicembre al 30 di giugno. Una situazione che porta ad avere dati incompleti, considerando che nel primo semestre del 2020 i viola hanno avuto un bilancio molto negativo, di 29,8 milioni. Questo per vari motivi: l’arrivo della pandemia ha azzerato gli incassi dal botteghino, relativamente importante per la Fiorentina. E poi bisogna pensare agli investimenti con gli acquisti di Amrabat e Duncan a gennaio.

I diritti televisivi
Sono ancora da capire come potranno essere per il bilancio 2020-21, visto che la Fiorentina non ha ancora ufficializzato l’esercizio chiuso al 30 giugno del 2021. Probabilmente però si discosterà di non troppo rispetto ai dati del 2019, più quelli di competenza precedente che non sono stati scritti nel semestrale a causa del Coronavirus. Così nel valore della produzione potrebbero essere di circa 65 milioni, considerando che una parte di quelli dell’anno precedente andranno inseriti fra luglio e agosto.

I costi
Anche qui la differenza potrebbe essere risicata rispetto all’anno prima, anche perché gli ammortamenti per calciatori potrebbero non essere pochi, considerati gli investimenti fatti fra Amrabat, Martinez Quarta, Kouame, Munteanu. Gli stipendi potrebbero essere intorno ai 60 milioni di euro, più una quarantina di ammortamenti e qualcosa d’altro dovuto alla gestione ordinaria. Possibile quindi sfondare (non di poco) i 100 milioni di euro, a fronte però di qualche plusvalenza interessante conclusa nel periodo precedente.

Da Chiesa a Mediacom
Se è vero che Pedro porterà in cassa 14 milioni – ma poco di plusvalenza, visto che era stato pagato più o meno la stessa cifra solo poco tempo prima – ci saranno anche i 9 milioni presi da Lafont, oltre ai 10 per il prestito di Chiesa che poi ne porterà altri 40 al termine di questa annata. Di più, nelle pieghe del bilancio si può vedere che Mediacom darà un premio da 15 milioni per il 2020-21. La controllante New ACF Fiorentina aveva un credito nei confronti del club di 67 milioni e probabilmente ne stralcerà sia la posizione, sia gli interessi da 800 mila euro che dovevano rientrare.

La proprietà ripiana.
Così è molto probabile che, per un’altra volta, la proprietà debba ripianare per un rosso che potrebbe essere intorno ai 20-25 milioni di euro, ovviamente a spanne e considerando i premi e i finanziamenti già messi dalla proprietà. Insomma, la Fiorentina al momento è ben lontana dall’essere sostenibile, ma è anche vero che i tanti addii di chi guadagnava molto (Ribery, Pezzella) può essere un buon bilanciamento. Dal botteghino sono arrivati “danni” per 9 milioni, tale era la cifra anno su anno. La cessione di Vlahovic poteva mettere le cose più o meno a posto, ora sarà più difficile.

ANTONIO CONTE VUOLE DUSAN VLAHOVIC GIA A GENNAIO

Dall’Inghilterra, Vlahovic al Tottenham a gennaio? La Fiorentina ha chiesto 70 milioni

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO