Il tecnico del Milan, Vincenzo Montella ha rilasciato a La Gazzetta Dello Sport un’intervista in cui tocca il suo presente ma anche il passato alla Sampdoria e alla Fiorentina:

“Io a lungo al Milan? Mi piacerebbe, l’importante è avere la possibilità di crescere insieme. Vorrei aiutare la squadra a migliorarsi e vincere ancora, tutto ovviamente dipende agli obiettivi prefissati e dal sapersi rinnovare a livello tecnico. Non esistono i cicli, è solamente teoria. Indifferente stare un anno, tre, cinque oppure dieci: se la voglia di raggiungere un obbiettivo è reciproca puoi ripartire ovunque.

Alla Fiorentina avevo un contratto, io e la mia famiglia stavamo benissimo a Firenze, eppure sentii che era il momento di fermarsi. Quando ero in viola l’obiettivo era riportare più gente possibile allo stadio e non potevamo che proporre un calcio divertente. Inoltre abbiamo ottenuto dei risultati stratosferici. L’anno più difficile della mia carriera da allenatore non è questo, semmai quello alla Samp, dove perdevamo quasi sempre…”.

Comments

comments