Ogni allenatore ha i suoi pupilli. Magari anche i direttori dell’area tecnica. Se poi le debolezze dei due combaciano ecco che la trattativa ‘perfetta’ può decollare. Su queste basi si sta sviluppando (da qualche tempo) il contatto tra Bologna e Fiorentina per Saphir Taider (classe 1992), centrale di centrocampo dei rossoblù che Pioli e Corvino hanno avuto – in momenti diversi – alle proprie dipendenze. Nell’ultima stagione il franco algerino ha disputato un ottimo campionato e questo non è sfuggito al dirigente viola che ha trovato, appunto, terreno fertile nel nuovo tecnico. La trattativa però ha un terzo incomodo considerato che il Bologna dovrà riscattarlo dall’Inter dopo un prestito biennale. Riscatto fissato a quattro milioni. Successivamente si potrà parlare, ma non è escluso che la Fiorentina possa lei pagare quanto dovuto dai rossoblù e aggiungere qualcosa (operazione da 8 milioni complessivi) per l’intero cartellino.
Quotidiano Sportivo (La Nazione)

Comments

comments