Il Chelsea non vuole solo Tomovic, Conte anche su Bernardeschi. Tutti i motivi del rifiuto viola

Antonio Conte guarda ancora una volta in casa Fiorentina. Ma su Tomovic e Bernardeschi ci sono due idee diverse..

FIRENZE – “Bussare educatamente alla porta”: questa la frase di Corvino davanti alle pressioni del procuratore di Badelj e ribadita per chiunque altro voglia davvero aprire trattative. Lo ha fatto il Chelsea per Alonso, ottenendo poi a suon di sterline Alonso. E ora pare che Conte stia per bussare di nuovo.

TOMOVIC E BERNARDESCHI – Dall’Inghilterra il Daily Star afferma che per il mercato di gennaio Antonio Conte vorrebbe Nenad Tomovic al Chelsea. E non sarebbe il solo: a Conte piacerebbe anche Federico Bernardeschi. Si tratta di giocatori differenti nell’economia del club viola, cui sono quindi da applicare delle distinzioni in merito ad eventuali richieste. Se davvero dovesse arrivare una proposta seria per Tomovic, il club potrebbe aprire un tavolo di trattativa. Diverso il discorso di Bernardeschi: serve innanzitutto un’offerta irrinunciabile (come quella per Alonso e forse anche oltre). Non solo. La sua cessione verrebbe esaminata solo davanti alla convinzione della fine di questo ciclo tecnico.

EMBLEMA DEL GRUPPO – Bernardeschi per i Della Valle è l’emblema del gruppo. La filosofia infatti è la difesa dell’eccellenza italiana: quindi se per Tomovic è più facile aprire la porta, per Bernardeschi ci sarebbe meno disponibilità. A meno, e questo non se lo augura nessuno, di un fallimento del progetto tecnico. E allora si potrebbero rivalutare i dettami estivi, vale a dire conferma del gruppo-Sousa e opposizione alle richieste per i giocatori più importanti (con la citata eccezione per Alonso). Ma al momento non c’è alcun ripensamento.
Corrieredellosport.it

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments