12 Aprile 2021 · 08:20
12.5 C
Firenze

Il Cagliari di Simeone e Sottil perde ancora e sprofonda in classifica, il Benevento vince in Sardegna

Crolla in casa il Cagliari nel giorno del ritorno di Nainggolan, ed in classifica resta 1 punto dietro la Fiorentina

Firenze, stadio Artemio Franchi, 3.11.2018, Fiorentina-Roma, Foto Fiorenzo Sernacchioli. Copyright Labaroviola.com

Termina col successo esterno del Benevento sul campo del Cagliari l’anticipo della 16^ giornata di Serie A. Alla Sardegna Arena succede tutto nel primo tempo: Joao Pedro porta in vantaggio i padroni di casa al 20′, la squadra di Inzaghi ribalta il risultato allo scadere del 45′ con l’ex Sau e con Tuia. Il Benevento con i tre punti consolida il decimo posto a quota 21, il deludente Cagliari invece resta ancorato a 14.

I primi minuti di gioco tra Cagliari e Benevento iniziano nel segno di Nainggolan, che Di Francesco manda subito in campo in posizione di trequartista al fianco di Joao Pedro. Il belga dopo 2′ ruba una palla a centrocampo e serve Pavoletti in area di rigore: il colpo di testa dell’attaccante finisce in rete ma l’arbitro annulla per un presunto fallo dello stesso Pavoletti sul portiere Montipo’ in uscita.

Dopo un rigore assegnato dall’arbitro Abbatista al Benevento e poi annullato dal VAR, il match si sblocca al 24′. A portare in vantaggio il Cagliari è Joao Pedro con un colpo di testa in area di rigore su cross da calcio d’angolo (in collaborazione con Pavoletti). La squadra di Di Francesco nella fase finale del primo tempo prova ad abbassare un po’ i ritmi di una partita approcciata sicuramente bene anche dal Benevento.

Il volto della gara però cambia clamorosamente sul finale della prima frazione. Prima l’ex Sau trova il pari con un bellissimo gol in area su assist millimetrico di Schiattarella, poi è il difensore Tuia a sorprendere la difesa del Cagliari in area di rigore per il 2-1 in favore degli ospiti. Il recupero termina senza sorprese, col Benevento che va a riposo in vantaggio per 2-1.

Nel secondo tempo Di Francesco opera subito un cambio tattico: Caligara rimane negli spogliatoi, al suo posto Sottil. Un po’ di confusione nei primi minuti, comunque, per il Cagliari ancora scosso dall’uno-due del Benevento prima del duplice fischio. Al 54′ prova a salire la pressione del Cagliari: bell’inserimento di Sottil sulla sinistra, che supera Improta ed entra in area, ma il suo cross in mezzo viene respinto in angolo. E’ il Cagliari che nella fase centrale del secondo tempo sembra avere una marcia in più (Sottil tra i più attivi). A interrompere il forcing del Cagliari ci pensa Schiattarella, che di astuzia ed esperienza conquista un buon calcio di punizione in area di rigore permettendo al Benevento di rifiatare.

Al 67′ altra mossa tattica del Cagliari. Fuori un difensore (Tripaldelli), dentro un attaccante (Simeone). Ma il copione non cambia, con i rossoblù che comunque non riescono a trovare lo spunto vincente. Girandola di cambi ma l’azione più pericolosa arriva per il Benevento: grande azione di Caprari, che entra in area dalla sinistra e crossa in mezzo per Di Serio (entrato al posto di Lapadula), che non trova l’impatto con il pallone da due passi.

Gli ultimi minuti di gioco si accendono per il rosso a Nandez, inutile, che lascia il Cagliari di dieci uomini. Poche occasioni nitide, molta difficoltà nel giocare la palla. Nei 5′ minuti di recupero altri cambi e il Benevento: fuori Hetemaj e Tuia, dentro Maggio e Dabo, ma il risultato non cambia. Cagliari ko in casa, il Benevento di Pippo Inzaghi esulta (ancora una volta) in trasferta. Lo scrive Tuttomercatoweb

INTANTO LA FIORENTINA PROVA A PRENDERE CAICEDO

Cm.com, Fiorentina, pronta la doppia offerta per Caicedo. Al giocatore proposti 2,5 milioni più bonus fino al 2023

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Pradé: “Giocato alla pari contro l’Atalanta, potevamo vincere. Episodio del rigore da rivedere”

🎥 | PRADÈ Il commento del Direttore Sportivo dopo #FiorentinaAtalanta#ForzaViola 💜 #Fiorentina pic.twitter.com/bnHOdkPMbQ — ACF Fiorentina (@acffiorentina) April 11, 2021 Il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè...

Liscia nel primo tempo, frizzante nel secondo. Partita buttata, peccato

Atteggiamento sbagliato nel primo tempo. Buona la ripresa L’avrei voluta quanto meno pareggiare, solo per guardare la faccia di Gasperini, un uomo che non si...

CALENDARIO