9 Dicembre 2021 · 00:45
6.9 C
Firenze

Ibrahimovic ha violato regole Fifa, rischia 3 anni di squalifica perché ha società di scommesse in Svezia

Non arrivano buone notizie riguardo Zlatan Ibrahimovic, ha violato le norme della Fifa per le scommesse, la vicenda

Ancora una grana in arrivo per Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese, che nell’ultima settimana ha dovuto affrontare prima lo stop per l’espulsione rimediata contro il Parma e poi la situazione legata alla sua presenza in un ristorante di Milano durante la zona rossa, dovrà fronteggiare ora il polverone alzato dal quotidiano scandinavo Aftonbladet, secondo cui il numero 11 rossonero sarebbe comproprietario della società di scommesse Bethard. Questo potrebbe comportare una squalifica fino a tre anni nei suoi confronti da parte di FIFA e UEFA.

Secondo quanto riportato dal giornale svedese, lo società per azioni di Ibrahimovic, la Unknown AB, deterrebbe il 10% di Bethard, società di scommesse con sede a Malta. L’indiscrezione sarebbe stata confermata sia dall’amministratore delegato di Bethard, Erik Skarp, sia dall’Ufficio di registrazione delle imprese di Malta, secondo cui la Unknown AB avrebbe un decimo delle azioni di Gameday Group PLC, ovvero l’unico azionista di Bethard. Se fossero confermate queste cifre, la società di Ibrahimovic sarebbe il quarto proprietario per numero di azioni.

Zlatan è all’interno della società di scommesse dal 2018, motivo per il quale non avrebbe potuto partecipare ai Mondiali in Russia, se non avesse dato il suo addio (temporaneo) alla nazionale svedese. Nel suo Paese natale, si è a conoscenza ormai da anni di questo conflitto d’interessi, ma la situazione è tornata a galla proprio con il ritorno in nazionale di Ibra. Bethard, infatti, ha offerto scommesse sulle due partite di qualificazione ai prossimi mondiali giocate il mese scorso dalla Svezia contro Georgia e Kosovo, match in cui Ibra è tornato a vestire la maglia della sua nazione.

Se la sua presenza nella società fosse confermata, Zlatan Ibrahimovic avrebbe violato il Codice Etico della FIFA nelle due partite giocate con la sua nazionale e le regole disciplinari della UEFA per aver giocato i match di Europa League con la maglia del Milan. Il Codice della FIFA non ammette che i propri atletici abbiano alcun interesse, né direttamente né indirettamente, in entità, società, organizzazioni che promuovono, mediano, organizzano o conducono scommesse. A questo punto, secondo i regolamenti FIFA, Ibra rischierebbe una multa di circa 100 mila euro, ma soprattutto una sospensione massima di tre anni da tutte le attività legate al calcio. Le norme della UEFA, invece, sono meno chiare sul tema.

Intercettato da Aftonbladet, il segretario generale di Bethard, Hakan Sjostrand ha detto di non aver parlato dell’argomento con il centravanti del Milan, affermando che chiederà chiarimenti sulle regole della FIFA, da lui definite “vaghe”. L’amministratore delegato della società, Erik Skarp, si è rifiutato di definire il ruolo esatto di Zlatan nella sua organizzazione, mentre sia la UEFA che la FIFA non hanno voluto commentare la questione. Lo scrive Fanpage

VIDEO, VLAHOVIC E COMMISSO, SIPARIETTO DOPO L’ALLENAMENTO

(VIDEO) Che amore tra Commisso e Vlahovic, i due si “allenano” insieme. Presente anche Milenkovic

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO