29 Novembre 2020 · 10:51
11.2 C
Firenze

Iachini confermato? No grazie. Lettera al presidente Rocco Commisso

Nelle ultime ore sta prendendo sempre più piede l'ipotesi di confermare sulla panchina viola Beppe Iachini. A Commisso diciamo...

Iachini confermato sulla panchina della Fiorentina? Questa ipotesi, che nelle ultime sembrerebbe prendere sempre più valore, non sta trovando il consenso della maggior parte dei tifosi viola. Ecco che, in questo momento, scriviamo una lettera a Rocco Commisso, patron viola.

Rocco Commisso al Franchi saluta e ringrazia i tifosi

Caro Rocco,
gli ultimi mesi ti hanno tenuto lontano da Firenze e questo ci dispiace tanto, sappiamo che smani dalla voglia di tornare nel tuo regno viola, la tua assenza si è sentita. Adesso in casa Fiorentina è il momento di una scelta molto importante, quella del nuovo allenatore.

Ci viene da chiedere come mai si è aspettato solo la fine del campionato per scegliere il nuovo profilo dato che di tempo per individuare e convincere il nuovo tecnico c’è stato. Ma tant’è. Inutile piangere su qualcosa che doveva essere stato fatto e non è stato ancora fatto.

Nelle ultime ore sta emergendo sempre più l’ipotesi di una possibile conferma di Iachini in panchina. Sia chiaro, Beppe è stato un buon condottiero, è arrivato con la squadra in difficoltà e aveva un solo compito. Quello di salvare la squadra con tranquillità. Lo ha fatto. Per questo gli va dato grande merito e detto un grande “Grazie”. Iachini doveva portare punti e unità d’intenti, e riuscito nella sua missione. Però, c’è un però…

Commisso al centro sportivo con Beppe Iachini

Però Iachini in tutti questi mesi non è riuscito a dare un gioco alla squadra, spesso la Fiorentina è stata sopraffatta dall’avversario senza capirci nulla. Parliamo del primo tempo contro il retrocesso Brescia, oppure la gara contro il Sassuolo o il primo tempo contro il Verona. Giusto per restare nell’ultimo mese.

La Fiorentina attuale non ha un gioco, non ha idee offensive, si basa su catenaccio e ripartenza. Le azioni d’attacco non possono dipendere sempre e solo da Ribery o da contropiedi. Il centravanti della squadra non viene sistematicamente mai servito. Cutrone e Vlahovic in questo momento non sono di certo attaccanti di alta classifica, magari lo diventeranno, ma comunque loro non vengono mai supportati come si dovrebbe. Il motivo è chiaro, questa squadra non ha uno straccio di gioco d’attacco. Affidarsi alle invenzioni di Ribery non può bastare se hai ambizioni di alta classifica.

Basta guardare la partita di ieri a San Siro dove il povero Cutrone non è stato praticamente mai servito e cercato.

Per carità, questo modo di fare calcio va bene se devi salvarti o arrivare decimo ma se davvero, caro Rocco, l’obiettivo è quello di portare la Fiorentina nei primi posti della classifica, questa non è la ricetta giusta.

Siamo stati abituati ad andare a San Siro cercando di dominare e fare la partita, ieri abbiamo visto un catenaccio anni 80 che per carità, ha portato 1 punto in classifica, ma questa può essere la via maestra per una squadra che deve salvarsi, non per le ambizioni di una piazza che deve ambire ai primi 4 posti in classifica. Sempre che le ambizioni, caro Rocco, siano sempre queste.

Ci avevi promesso la qualificazione in Champions entro qualche anno attraverso un percoso di crescita. Il primo anno è andato. Adesso non possiamo lasciare spazio alla mediocrità anche il secondo.

Sappiamo, e siamo al tuo fianco, che nella costruzione del nuovo centro sportivo e del nuovo stadio ci sono intoppi. Questo di certo non fa piacere a nessuno e dovrebbe svegliare i tifosi nel prendere una posizione decisa, perché ormai dire “Io Sto Con Rocco” non ha alcun senso se non accompagnato dai fatti. Non puoi scrivere lo slogan per stare al fianco di Commisso e poi dire che la priorità è il restyling del Franchi, che significherebbe avere ancora a che fare con la sopraintendenza. Per il centro sportivo ci sarà un ritardo di qualche mese, per quanto riguarda lo stadio, Campi Bisenzio è l’unica vera soluzione, e noi siamo al tuo fianco per quanto riguarda questa scelta veloce e comoda. Altro che soprintendenza.

Commisso a colloquio con Nardella

Tornando al campo. Caro Rocco, eri arrivato con la promessa di riportare la Fiorentina al vertice. La prima stagione è stata molto deludente, quasi fallimentare. Serve un cambio di passo. Non hai preso la Fiorentina per farla navigare nel centro o nella bassa classifica. Oppure per darle come obiettivo l’ottavo o il settimo posto. Non hai speso tanti soldi per la mediocrità. Non saresti mai arrivato e scelto di comprare la Fiorentina se gli obiettivi sarebbe dovuti essere questi

Per raggiungere i primi posti serve un allenatore ambizioso e con delle idee di gioco. Con tutto il rispetto per Iachini, in questi mesi ha dimostrato di non essere all’altezza di una squadra che vuole lottare al vertice. Il suo modo di fare calcio va bene se ti chiami Bologna, Parma, Udinese o Sampdoria. Squadre che devono salvarsi con tranquillità senza alcuna ambizione. La Fiorentina è altra cosa. Deve essere altra cosa.

Sappiamo che le ambizioni sono alte, ce lo hai detto in tutte le lingue. Adesso servono scelte tecniche all’altezza di queste ambizioni che tanto hanno fatto subito innamorare Firenze e il popolo viola di Rocco Commisso e del suo braccio destro Joe Barone.

Ti aspettiamo a Firenze, Rocco.

Flavio Ognissanti

LEGGI ANCHE, ECCO IL MOTIVO PER CUI IACHINI POTREBBE DAVVERO RESTARE. LE ALTERNATIVE…

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Gazzetta, Ribery non ha mai perdonato la rapina in casa. Il suo rinnovo è in dubbio

Prandelli ha parlato molto in questi giorni con Franck Ribery. Ha cercato di riaccendere il fuoco che lo anima nei momenti migliori. Quello che...

CorFio, Bonaventura e Cutrone, i due ex hanno sete di vendetta. Le due carte a gara in corso?

Salvo sorprese dell’ultimo minuto cominceranno la sfida di San Siro entrambi in panchina, ma i due ex Bonaventura e Cutrone si augurano di poter...

CALENDARIO