10 Agosto 2020 · 09:31
23.3 C
Firenze

Iachini confermato? No grazie. Lettera al presidente Rocco Commisso

Nelle ultime ore sta prendendo sempre più piede l'ipotesi di confermare sulla panchina viola Beppe Iachini. A Commisso diciamo...

Iachini confermato sulla panchina della Fiorentina? Questa ipotesi, che nelle ultime sembrerebbe prendere sempre più valore, non sta trovando il consenso della maggior parte dei tifosi viola. Ecco che, in questo momento, scriviamo una lettera a Rocco Commisso, patron viola.

Rocco Commisso al Franchi saluta e ringrazia i tifosi

Caro Rocco,
gli ultimi mesi ti hanno tenuto lontano da Firenze e questo ci dispiace tanto, sappiamo che smani dalla voglia di tornare nel tuo regno viola, la tua assenza si è sentita. Adesso in casa Fiorentina è il momento di una scelta molto importante, quella del nuovo allenatore.

Ci viene da chiedere come mai si è aspettato solo la fine del campionato per scegliere il nuovo profilo dato che di tempo per individuare e convincere il nuovo tecnico c’è stato. Ma tant’è. Inutile piangere su qualcosa che doveva essere stato fatto e non è stato ancora fatto.

Nelle ultime ore sta emergendo sempre più l’ipotesi di una possibile conferma di Iachini in panchina. Sia chiaro, Beppe è stato un buon condottiero, è arrivato con la squadra in difficoltà e aveva un solo compito. Quello di salvare la squadra con tranquillità. Lo ha fatto. Per questo gli va dato grande merito e detto un grande “Grazie”. Iachini doveva portare punti e unità d’intenti, e riuscito nella sua missione. Però, c’è un però…

Commisso al centro sportivo con Beppe Iachini

Però Iachini in tutti questi mesi non è riuscito a dare un gioco alla squadra, spesso la Fiorentina è stata sopraffatta dall’avversario senza capirci nulla. Parliamo del primo tempo contro il retrocesso Brescia, oppure la gara contro il Sassuolo o il primo tempo contro il Verona. Giusto per restare nell’ultimo mese.

La Fiorentina attuale non ha un gioco, non ha idee offensive, si basa su catenaccio e ripartenza. Le azioni d’attacco non possono dipendere sempre e solo da Ribery o da contropiedi. Il centravanti della squadra non viene sistematicamente mai servito. Cutrone e Vlahovic in questo momento non sono di certo attaccanti di alta classifica, magari lo diventeranno, ma comunque loro non vengono mai supportati come si dovrebbe. Il motivo è chiaro, questa squadra non ha uno straccio di gioco d’attacco. Affidarsi alle invenzioni di Ribery non può bastare se hai ambizioni di alta classifica.

Basta guardare la partita di ieri a San Siro dove il povero Cutrone non è stato praticamente mai servito e cercato.

Per carità, questo modo di fare calcio va bene se devi salvarti o arrivare decimo ma se davvero, caro Rocco, l’obiettivo è quello di portare la Fiorentina nei primi posti della classifica, questa non è la ricetta giusta.

Siamo stati abituati ad andare a San Siro cercando di dominare e fare la partita, ieri abbiamo visto un catenaccio anni 80 che per carità, ha portato 1 punto in classifica, ma questa può essere la via maestra per una squadra che deve salvarsi, non per le ambizioni di una piazza che deve ambire ai primi 4 posti in classifica. Sempre che le ambizioni, caro Rocco, siano sempre queste.

Ci avevi promesso la qualificazione in Champions entro qualche anno attraverso un percoso di crescita. Il primo anno è andato. Adesso non possiamo lasciare spazio alla mediocrità anche il secondo.

Sappiamo, e siamo al tuo fianco, che nella costruzione del nuovo centro sportivo e del nuovo stadio ci sono intoppi. Questo di certo non fa piacere a nessuno e dovrebbe svegliare i tifosi nel prendere una posizione decisa, perché ormai dire “Io Sto Con Rocco” non ha alcun senso se non accompagnato dai fatti. Non puoi scrivere lo slogan per stare al fianco di Commisso e poi dire che la priorità è il restyling del Franchi, che significherebbe avere ancora a che fare con la sopraintendenza. Per il centro sportivo ci sarà un ritardo di qualche mese, per quanto riguarda lo stadio, Campi Bisenzio è l’unica vera soluzione, e noi siamo al tuo fianco per quanto riguarda questa scelta veloce e comoda. Altro che soprintendenza.

Commisso a colloquio con Nardella

Tornando al campo. Caro Rocco, eri arrivato con la promessa di riportare la Fiorentina al vertice. La prima stagione è stata molto deludente, quasi fallimentare. Serve un cambio di passo. Non hai preso la Fiorentina per farla navigare nel centro o nella bassa classifica. Oppure per darle come obiettivo l’ottavo o il settimo posto. Non hai speso tanti soldi per la mediocrità. Non saresti mai arrivato e scelto di comprare la Fiorentina se gli obiettivi sarebbe dovuti essere questi

Per raggiungere i primi posti serve un allenatore ambizioso e con delle idee di gioco. Con tutto il rispetto per Iachini, in questi mesi ha dimostrato di non essere all’altezza di una squadra che vuole lottare al vertice. Il suo modo di fare calcio va bene se ti chiami Bologna, Parma, Udinese o Sampdoria. Squadre che devono salvarsi con tranquillità senza alcuna ambizione. La Fiorentina è altra cosa. Deve essere altra cosa.

Sappiamo che le ambizioni sono alte, ce lo hai detto in tutte le lingue. Adesso servono scelte tecniche all’altezza di queste ambizioni che tanto hanno fatto subito innamorare Firenze e il popolo viola di Rocco Commisso e del suo braccio destro Joe Barone.

Ti aspettiamo a Firenze, Rocco.

Flavio Ognissanti

LEGGI ANCHE, ECCO IL MOTIVO PER CUI IACHINI POTREBBE DAVVERO RESTARE. LE ALTERNATIVE…

 

CONDIVIDI

14 Commenti

  1. Io nn sono d’accordo, con un campionato che finisce e ricomincia dopo un mese prendi un’allenatore nuovo non hai tempo di assimilare i suoi concetti di gioco e si rischia di prendere delle legnate notevoli all’inizio senza contare che a libro paga c’è già Montella poi Beppe e quello nuovo. Un po’troppi meglio spendere su giocatori che sono quelli che contano.

  2. Ci sono svaariati problemi:
    1. Abbiamo già due allenatori a libro paga, il prossimo sarebbe il terzo. Ok money is not a problem, ma ci sono equilibri finanziari da mantenere
    2. Un allenatore Top ora a Firenze non ci viene. puoi promettergli 2 o 3 giocatori buoni, ma arriva in una squadra che per ora farà fatica comunque alottare per i primi posti e non hai le coppe da offrire
    3. C’è solo un mese per fare la preparazione ed un nuovo allenatore avrà bisogno di tempo per far assorbire il sup gioco alla squadra. Dare continuità sarebbe giusto
    4: Iachini non può essre definitivamente bollato come incapace dopo aver preso una squadra moralmente impaurita, i cui problemi, come si vede ora che giocano tranquilli, era più che altro di testa e non di gioco. Andare a Milano e giocare di ripartenza non è in questo momentop uno scandalo, vuol dire solo che Iachini è realista. Diamogli 2-3 giocatori buoni e vediamo se non sa dare un gioco alla squadra.

      • Perchè forse altrimenti non accettava di venire per soli sei mesi. Dalla tastiera è facile fare il DS, fai contratti della durata che vuoi, compri i giocatori che vuoi (basta pagarli e si portano via), prendi gli allenatori che ti piacciono per il tempo che ti pare, etc. peccato che nella realtà poi ci siano delle controparti che negoziano o che alla Fiorentina non ci vogliono venire perchè non la ritengono del loro livello (esempi? Per Bennacer c’era già l’accordo con Corsi, era preso, ma non è voluto venire, non sto li a ricordare Milinkovic Savic e tanti altri). Ora per esempio puoi anche dire a Spalletti di venire alla Fiorentina e gli paghi lo stesso stipendio dell’Inter, ma magari per lui è meglio aspettare e vedere se c’è di meglio.

      • Perché altrimenti non veniva per sei mesi, e comunque in quella situazione un allenatore top non avrebbe mai accettato anche con con contratto da 10 milioni.
        Concordo in pieno, ringraziamo Iachini e prendiamone uno di prima fascia.
        Grazie Rocco.

  3. Condivido e voglio ricordare che noi fiorentini siamo amanti del bel gioco cosa che con il sig. Iachini non s’è mai visto. Per vincere il campionato servono i campioni o top player ma per dare un’organizzazione di gioco non servono i campioni ma un bravo allenatore (vedi il Cagliari di Maran, il Verona, il Sassuolo, lo stesso Genoa di Nicola visto a Firenze, ecc.). Inoltre volete consegnare i nuovi acquisti, che a quanto dicono saranno di un livello superiore, a Iachini? Anche Lui, come gli altri, non avrà tempo per impostare e amalgamare da subito la nuova squadra e allora? Io desidero un allenatore che ponga le basi per una squadra d’alta classifica che abbia un gioco che rallegri il gusto di noi Fiorentini.

  4. Ciao a tutti, è giusto considerare che ci sarebbe poco per dare un gioco ,ma lo stesso poco tempo era un fattore già ben chiaro a giugno ,quando si voleva tutti, compresa la società ,un nuovo allenatore.
    Io credo che l’ unico allenatore ,che possa dare un livello di gioco superiore ,che conosce il campionato italiano , che è pragmatico sarebbe Ranieri….e un Bell ‘ azzardo Guidolin, ma troppo tempo fuori dai giochi e i suoi rapporti con noi nn sono idilliaci.
    Con tutto il rispetto per iachini, io nn ricordo nessuna delle due squadre ,pur piccole, che abbia offerto un bel gioco.
    Ed è falsa l opinione che servono grandi giocatori per far belle le squadre ( il Chievo di del Neri? Il Foggia o il Pescara di Zeman? L’ Empoli di Sarri? L’Udinese di Spalletti? Il Palermo di Guidolin?) Poi è chiaro che senza i campioni non vinci,ma se sei un maestro di calcio ,qualcosa lo tiri fuori.

    • È un’opportunità che non ci possiamo permettere, si rischia di perdere altro tempo. Già si è perso un anno con la riconferma di Montella e il subentro di Iachini (ottimo per squadre piccole che devono salvarsi). A noi serve un allenatore di un altro livello.
      Le scelte non vanno fatte con il cuore ma con la mente e questa libera da ogni forma di buonismo.

  5. Vogliamo Beppe Iachini, non vogliamo altri allenatori se non si chiamano Klopp, Guardiola, Simeone, Sarri, Spalletti.
    Basta rompere le scatole con tutte queste chiacchere da bettola.

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIMI ARTICOLI

Nazione, Belotti è il preferito di Commisso ma costa caro. Piatek? Può arrivare per 20 milioni. L’alternativa…

I nomi in ballo per il prossimo attacco della Fiorentina sono Andrea Belotti, Krzysztof Piatek e Mario Mandzukic. L'attaccante del Torino è il primo...

CorSport, Milik alla Fiorentina? L’ipotesi intriga ma c’è da battere la concorrenza della Juve. Le alternative…

Alla Fiorentina serve un bomber da doppia cifra, solo in seguito poi si potrebbe decidere di mandarlo in prestito per fare esperienza al Sassuolo...

CALENDARIO