Come riporta la Gazzetta dello Sport, a Firenze Corvino ha parlato chiaro alla folla dei «questuanti»: «Niente rinnovi in corsa». L’ascesa dei tanti giovani talenti viola ha creato una situazione delicata, con Chiesa battistrada. A papà Enrico non dispiacerebbe un salto a 3 milioni, per cementare il già solido rapporto. Ma sono lì a battere cassa anche Simeone, Pezzella, Biraghi, Veretout e Milenkovic: guarda caso i più in vista, con più estimatori. Coerente, allora, la linea dei Della Valle: tenere basso il livello degli stipendi, per tener fede alla politica di risanamento.