Fiorentina (4-3-3): Brancolini, Pierozzi E., Dutu, Dalle Mura, Simonti; Fiorini, Beloko, Lovisa (12′ st Bianco); Koffi (24′ Pierozzi N.), Spalluto, Duncan (40′ st. Ponsi). A disposizione di Mister Emiliano Bigica: Carcani, Ponsi, Frison, Bianco, Hanuljak, Chiti, Pierozzi N., Agostinelli, Fruk, Milani.

Torino (3-5-2): Lewis, Lopez, Siniega (17′ st Cancellieri), Celesia; Singo, Rotella (25′ st Mukiele), Garetto (36′ st De Rigo), Kouadio, Gonella, Adopo (17′ st. Sandri), Klimavicius (36′ st Ibrhaimi). A disposizione di Mister Marco Sesia: Trombini, Enrici, Ricossa, Cancellieri, Sandri, Bongiovanni, Piliukatis, De Rigo, Ibrahimi, Mukiele, Pirola.

Ammoniti: Dutu, Lovisa, Mukiele, De Rigo (T).

Marcatori: Spalluto 35′ pt.

Terna arbitrale: Collu, Valente, Rizzotto.

“Datemi un portiere, un centrale difensivo, un centrocampista ed una punta ed ho fatto la squadra”, questo il canonico detto di molti allenatori ed appassionati ma oggi al Bozzi questa regola la si è vista. Brancolini, Dutu, Fiorini e Spalluto a nostro modesto avviso hanno avuto la marcia decisiva per vincere il match. E’ una gara maschia sin dalle prime battute con il fischietto cagliaritano forse non troppo all’altezza della situazione in più circostanze. Al 6′ ci prova Pierozzi E. dalla distanza ma il tiro termina alto, al 28′ Spalluto è lento nel gestire un buon contropiede imbeccato da Duncan, poco dopo è il momento dove il Torino sfiora due volte il vantaggio con Klimavicius per due volte ma la Fiorentina regge. Al 35′ arriva il vantaggio con Spalluto che festeggia al meglio il suo compleanno insaccando un cross basso di Beloko imbeccato precedentemente da Koffi. Al 45′ la Fiorentina potrebbe raddoppiare con Duncan di testa ma Lewis è bravo a deviare in angolo. Nella ripresa la gara non cambia ed è nella parte centrale che regala più emozioni: al 27′ palo clamoroso di Celesia che da pochi passi su corner non trafigge Brancolini, passano solo due minuti e Pierozzi N. si libera bene per il tiro che non arriva poiché lento. Al 46′ in pieno recupero Gonella calcia benissimo dal limite ma Brancolini si supera e salva la baracca. Finisce così.

FirenzeViolaSuperSport