28 Novembre 2021 · 01:27
8.8 C
Firenze

FIORENTINA OFFRE A PRADÈ RUOLO DI DIRETTORE TECNICO CON NUOVO DIRETTORE SPORTIVO

Sono giorni e mesi importanti per il futuro della Fiorentina, al centro della discussione la nuova struttura societaria viola, Pradè potrebbe restare con un altro ruolo

Pradè in conferenza stampa
Pradè in conferenza stampa

Ciò che fino a qualche giorno fa sembrava un’ipotesi lontanissima adesso invece potrebbe diventare realtà. La Fiorentina ha offerto a Daniele Pradè di restare in viola con un nuovo ruolo, quello di direttore tecnico a cui verrà affiancata la figura del direttore sportivo.

In questo modo, Joe Barone, attuale direttore generale, si occuperebbe di più della politica del calcio e della gestione della società viola senza occuparsi di mercato mentre Pradè, con un nuovo direttore sportivo, si occuperebbe di supervisionare la parte tecnica e di fare mercato con la nuova figura individuata.

Dopo questa proposta, che è arrivata nello scorso week-end, Daniele Pradè ha preso tempo, vuole pensare e rifletterci per bene.

In questi due anni Pradè non ha vissuto giorni sempre facili a Firenze, prima con il naufragio dell’esperienza con Montella, poi l’idea di portare sulla panchina viola un altro tecnico (era stato sentito prima De Rossi poi Juric) tutto stoppato dalla conferma di Iachini voluta fortemente dal presidente Commisso.

Tanti sono stati i soldi spesi dalla Fiorentina in queste ultime tre sessioni di mercato ma è anche vero che i colpi sbagliati non hanno procurato alla società viola una perdita di denaro visto che tanti di questi giocatori sono stati rimandati al mittente (vedi Cutrone e Boateng) oppure è stata ripresa tutta l’intera cifra sborsata (vedi Pedro ma sulla stessa strada anche Duncan e Lirola). Simile il discorso anche per Kouamè e Pulgar che hanno tanto mercato.

Insomma, nella Fiorentina c’è la sensazione che Pradè possa dare ancora tanto a questo nuovo progetto. Le miglior cose alla Fiorentina, il direttore sportivo romano, le ha fatte proprio quando era in coppia con un altro direttore, stiamo parlando di Eduardo Macia, figura professionale ed umana al quale è rimasto sempre molto legato.

Resta da capire quale sarà la scelta definitiva di Pradè che, come detto, ha preso tempo e sta riflettendo sulla proposta ricevuta. Questo sarebbe un primo vero tassello per la costruzione della nuova Fiorentina visto che in questo caso, non tutti accetterebbero di arrivare alla Fiorentina non avendo però pieni poteri e di dividersi i compiti e le responsabilità con Pradè.

È il periodo più importante per il futuro della Fiorentina, le decisioni di questi mesi, segneranno la strada per i successi di domani.

Flavio Ognissanti

DE ROSSI: “MI SAREBBE PIACIUTO ALLENARE LA FIORENTINA MA NON POTEVO PER VIA DEL PATENTINO”

De Rossi: “Fiorentina? Mi sarebbe piaciuto iniziare ad allenare a Firenze ma non avevo il patentino in ogni caso”

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO