Magari ne sentivamo la mancanza, era un po che la Fiorentina non metteva in mostra tutti i suoi limiti e sfoderava una figuraccia così.

Facciamo un passo indietro. Era lo scorso giugno e a Firenze andava in scena la telenovela Borja Valero. L’Inter lo voleva, il calciatore voleva restare mentre Corvino e la società viola lo volevano dar via a tutti i costi. Sin qui tutto normale tranne per il fatto che proprio in quei giorni Borja Valero faceva notare in tutti i modi che lo stavano letteralmente cacciando mentre la società viola, dal canto suo, ribadiva di come il calciatore fosse incedibile e che fosse proprio lui a spingere per la cessione.

Più volte Corvino ha ribadito “Borja Valero ci ha chiesto di andare via, adesso posso trattare con l’Inter” come poi confermato dal presidente esecutivo Mario Cognigni. Tesi portata avanti dal direttore generale viola in tutti questi mesi.

Mesi in cui anche lo stesso calciatore non è rimasto in silenzio: “Sono andato via per colpa di Corvino, io sarei rimasto. Se fosse stato per i soldi avrei accettato la Cina nel gennaio scorso. Ho la Fiorentina nel cuore e sarei voluto restare a Firenze fino alla fine della mia carriera”

Tutta questa sceneggiata ha difatti diviso il popolo viola, il quale una parte ha creduto alla versione societaria e si è scagliata contro il calciatore.

Ma ieri, le parole del patron Andrea Della Valle hanno rimesso tutto a posto: “L’unico che voleva restare alla Fiorentina era Borja Valero”.

Chi era a conoscenza di questa situazione sin dall’inizio non è rimasto sorpreso dalle parole di Della Valle, anzi. Nulla di nuovo è stato detto e raccontato.

La cosa più grave però è che Andrea Della Valle con le sue parole ha apertamente sbugiardato Pantaleo Corvino che fino ad oggi ha voluto far credere a tutti di come Borja era incedibile è del fatto che ha fatto di tutto per andare via dalla Fiorentina.

Adesso qualcuno chiederà scusa per quanto accaduto? Per carità, Borja rimane purtroppo a Milano e così sarà, la Fiorentina nel frattempo ha fatto altre scelte. Ma adesso la grande bugia di Corvino è stata smascherata dal suo datore di lavoro, dal patron in persona.

Qualcuno ora chiede le dimissioni di Corvino, la tifoseria è arrabbiata. Perché aldilà di tutto, sono stati presi in giro tutti. Dai tifosi innamorati di Borja, a tutto l’ambiente. Si voleva far passare il giocatore per ciò che non è, far passare una verità sbagliata.

Una cosa è certa, quest’ammissione di Della Valle ha fatto fare una brutta figura a Corvino, forse una delle più brutte mai fatte fino ad ora.

Perché un acquisto si può sbagliare e fa parte del gioco, ma se prendi in giro tutti e vuoi ingannare i tifosi quando poi il tuo stesso presidente ti smaschera vuol dire che qualcosa non va e almeno, sarebbe opportuno chiedere scusa per la figura fatta…

 

Flavio Ognissanti

Comments

comments