29 Ottobre 2020 · 23:03
13.9 C
Firenze

Feltri contro Dalbert scrive su Tuttosport: “Motivazione infondata, solo lui ha sentito gli insulti”

“Gli ignobili buuu e gli antirazzisti di maniera”.

Titola così Vittorio Feltri a pagina 2 di Tuttosport, affrontando il tema del razzismo negli stadi italiani, partendo dall’episodio che ha visto Dalbert protagonista suo malgrado in Atalanta-Fiorentina.”Domenica – si legge – il direttore della partita ha sospeso l’incontro con una motivazione infondata.

[…] In realtà, a parte l’arbitro nessuno di coloro presenti alla competizione aveva sentito nulla. Può darsi che qualche scemo isolato si sia abbandonato a manifestazioni ostili verso il citato calciatore, ma non si è certo trattato di un fenomeno collettivo degno di un intervento drastico quale la interruzione della disputa. L’impressione nostra è che il razzismo non esista affatto, ciononostante venga identificato spesso anche laddove non ci sia. Infatti ormai in ogni club si riscontra la presenza direi preponderante di atleti stranieri, la maggioranza africani, verso cui i tifosi nutrono affetto e ammirazione perfino con esagerazione.

[…]I bergamaschi, accusati conformisticamente di essere xenofobi, hanno un idolo, Zapata, goleador instancabile, che pure ha la pelle come la pece. È la prova provata che non hanno pregiudizi. I loro sentimenti sono influenzati solamente dal rendimento e dalla generosità dei vari campioni. È così da tempi remoti. Ricordate Jair, Cané, Pelé? Chi li ha mai considerati di razza inferiore? I razzisti si dividono in due categorie: i razzisti e gli antirazzisti di maniera”.

Tuttomercatoweb.com

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Il tampone effettuato ad i tre tesserati del Padova é risultato negativo. Domattina nuovo test

Il Calcio Padova informa che nella mattinata di oggi il fisioterapista e i due giocatori che ieri erano stati isolati dal gruppo squadra sono...

Basile: “Vi svelo perchè Commisso è tornato in America. Il Covid ha rallentato la crescita viola, il motivo…”

Al Pentasport di Radio Bruno ha parlato il giornalista Massimo Basile: "Commisso è tornato in America per motivi pratici, di lavoro. Non credo che gradisca...

CALENDARIO