30 Novembre 2020 · 23:38
5.1 C
Firenze

Esclusiva Durante: “Sbagliato non aspettare Pedro, vi racconto chi è Martinez Quarta”

Pedro e Martinez Quarta: il noto esperto di calciomercato sudamericano ha detto la sua sui 2 giocatori in orbita viola.

Oggi in esclusiva per Labaro Viola abbiamo parlato con il re del calciomercato sudamericano, Sabatino Durante, soffermandoci in particolare sugli argomenti Pedro e Martinez Quarta.

Allora Sabatino quanto ha sbagliato la Fiorentina a non aspettare Pedro, visto l’infortunio grave dal quale proveniva?

Innanzitutto va detto che la Fiorentina è stata brava a prendere a circa 15 milioni un calciatore che, prima dell’infortunio, stava per essere ceduto al Real Madrid per 50 milioni di euro.

Si face male contro il Cruzeiro, ma oggi Tite lo considera il centravanti del Brasile: avendo là davanti giocatori tecnici ma non forti fisicamente, gli mancava un attaccante di peso (alla nazionale sudamericana manca dai tempi di Fred), come appunto Pedro è. E il centravanti della nazionale brasiliana dei prossimi anni per me non si discute, basta guardare nella classifica Fifa dove è posizionato il Brasile e dove invece l’Italia.

Purtroppo ha avuto un bruttissimo infortunio, che ricorda quello di Del Piero (e Pedro ha anche una stazza fisica maggiore), per il quale si torna se stessi in 2 anni circa. La dirigenza viola avrebbe dovuto spiegare alla piazza che si era preso per una cifra ragionevole un giocatore fortissimo, potenzialmente un fenomeno, ma che si doveva aspettarlo. Nel calcio di oggi però non si attende nessuno, tutto va di corsa ed è condizionato solo dal presente.

Pedro

Ci racconti le caratteristiche principali di Pedro?

Pedro è un centravanti giovane e completo: fisico, di stazza, forte, con una buona presenza in area e bravo a segnare comunque sia di testa che con entrambi i piedi. E’ insomma contemporaneamente forte fisicamente, bravo tecnicamente e relativamente mobile.

Nel Flamengo, nonostante la folta concorrenza, si è imposto come titolare e la stessa cosa succederà con la maglia del Brasile, visto che sa segnare in tutti i modi.

Col senno di poi è un errore grave quindi avergli preferito Cutrone?

Sai Giancarlo, come ti dicevo prima, il calcio è emozionale, si vuole tutto e subito e si cercano solo giocatori relativamente già pronti.

Una parola anche su un altro sudamericano in orbita Fiorentina e cioè Martinez Quarta?

E’ un buon calciatore senza alcun dubbio, ma non un fenomeno. Lo conosco fin dalle giovanili, l’ho visto giocare anche davanti alla difesa, da mediano, perché ha piedi buoni, ma non va presentato come un Thiago Silva, se no lo si carica di responsabilità che non deve avere, visto che comunque ha i suoi limiti.

Ha dalla sua che gli argentini, a differenza dei brasiliani che bisogna saper prendere, mettere a proprio agio ed aspettare, migliorano tanto quando vengono in Europa, dopo 2-3 mesi di ambientamento.

Martinez Quarta

Domanda secca: oggi meglio lui o Pezzella?

Oggi meglio Pezzella, ma con altre caratteristiche Martinez Quarta può arrivare ai suoi stessi livelli. Ricorda però Giancarlo che neanche Pezzella è Thiago Silva.

Giancarlo Sali

LEGGI ANCHE: CORSPORT, PULGAR, PRANDELLI VUOLE TRASFORMARLO NELL’ARMA IN PIÙ PER LA RINASCITA DELLA FIORENTINA

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

LA FIORENTINA DICE NO A CAICEDO. IDEA LLORENTE, LO HA CONSIGLIATO CALLEJON A PRADÈ

Si avvicina il mercato di gennaio e la Fiorentina ha un disperato bisogno di un attaccante dopo il flop di Cutrone, Vlahovic e Koaumè....

Flachi: “Il problema è nella testa dei giocatori. I senatori facciano gruppo e diano il 150%.

Francesco Flachi è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno Toscana per parlare delle problematiche in casa Fiorentina

CALENDARIO