3 Dicembre 2020 · 04:41
5.2 C
Firenze

Dovellini: “La Fiorentina vuole 14 milioni subito per Pedro. Riscatto Cutrone? Difficile. Occhio a Milik”

L'intervista a Matteo Dovellini per capire le strategia della Fiorentina del presente e del futuro. Sul contratto di Prandelli...

In esclusiva a Labaroviola ha parlato il giornalista della Repubblica Matteo Dovellini che ha toccato tanti argomenti di casa Fiorentina

Il riscatto di Cutrone è fissato a 18 milioni e affinché scatti l’obbligo ci vogliono 15 partite da titolare. La Fiorentina punterà su di lui?

“Credo proprio di no. In campionato mancano 31 partite e lui dovrebbe giocarne 15 da titolare: in pratica una partita su due dall’inizio. In questa stagione non è mai partito dall’inizio e fin qui ha giocato con una media di 16 minuti a partita. E’ evidente che la Fiorentina voglia puntare su altri giocatori. Come su Kouame e soprattutto su Vlahovic. Con l’arrivo di Prandelli, il serbo giocherà con più continuità e la dirigenza valuterà il suo rendimento in ottica futura”.

2) Quali sono le cifre del contratto di Prandelli con la Fiorentina? C’è un opzione per prolungare?

“Non conosco perfettamente le cifre ma credo comunque intorno ai 6-700 mila euro. Il contratto ha una durata di otto mesi, fino a giugno 2021. Non mi risulta ci siano opzioni per il prolungamento. Piuttosto due scenari: a fine stagione Prandelli deciderà se valutare altre proposte di altri club, oppure rimanere in viola magari con un ruolo più dirigenziale”.

3) La Fiorentina per Pedro ha un controriscatto? Ci sono possibilità di rivederlo a Firenze?

“Il contratto di Pedro, col Flamengo, è complesso. I brasiliani, visto anche il suo ottimo rendimento, vorrebbero riscattarlo dalla Fiorentina che è ancora proprietaria del cartellino. I viola chiedono 14 milioni di euro, il Flamengo vorrebbe uno sconto o comunque una dilazione di pagamento perché il club brasiliano ha alcune difficoltà dal punto di vista economico. La Fiorentina non è disposta a trattare, vuole i 14 milioni entro i termini previsti. Nel caso il Flamengo lo riscattasse e decidesse poi di rivenderlo, la Fiorentina potrebbe pareggiare l’offerta del terzo club per riportarlo a Firenze. E’ una situazione complicata, perché il calciatore sta dimostrando di non essere così scarso come intravisto nelle poche apparizioni in viola. E’ questione di diplomazie e di volontà del calciatore, soprattutto. Difficile, secondo me, che in futuro torni a Firenze”.

4) A gennaio verranno fatti investimenti sul mercato?

“La prima valutazione sarà sull’attacco. Spiegata la situazione relativa a Cutrone, verrà fatto un primo bilancio su Vlahovic. In pratica si deciderà se sia giusto intervenire per rafforzare il reparto offensivo con una punta di rilievo oppure proseguire così. Non sono state casuali le voci su Milik, così come non sono casuali quelle su Piatek. A centrocampo non penso verranno fatti investimenti, mentre si prepareranno le mosse in vista del mercato estivo. Milenkovic è in scadenza nel 2022, Pezzella anche, così come Caceres che invece ha scadenza 2021. Insomma, è evidente come sul reparto difensivo dovranno concentrarsi molte attenzioni pensando alla stagione che verrà”.

5) Appunto, che stagione immagina nel 2021/22?

“La Fiorentina ha deciso di fare un contratto a Prandelli fino a giugno 2021 con un doppio intento. Da una parte rasserenare l’ambiente e lo spogliatoio dopo un inizio di campionato tutt’altro che avvincente e dunque raddrizzare la stagione in corso. Dall’altra non prendersi impegni per quel che verrà, senza clausole e opzioni. Detto che comunque Prandelli si giocherà tutte le carte che ha a disposizione per conquistare la conferma, penso che il club proverà a ripartire con un tecnico in stile Maurizio Sarri. Attenzione, però. L’allenatore, in genere, viene scelto dalla direzione tecnica. Dunque da Pradè, di concerto con Barone. Per questo sarà fondamentale capire anche il destino di Pradè, legato in un certo senso a quello di Prandelli. I nomi sono Sarri, Juric e più defilato Spalletti”.

LEGGI ANCHE, PEDULLÀ: “PIATEK? PER ADESSO NON ESISTE TRATTATIVA CON LA FIORENTINA. MA A GENNAIO…”

Pedullà: “Piatek alla Fiorentina? Non esiste trattativa per ora. Impensabile che si spendano 25 milioni a gennaio”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Pradé: “Sono responsabile, covid ci penalizza. Cutrone scelta tecnica. Montiel esubero”

Il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè è intervenuto su Rtv38 al Salotto dello Sport, queste le sue parole che hanno toccato tutti i...

Nappi: “Non esiste più l’attaccamento alla maglia. Bisogna lottare per il contratto dell’anno dopo”

Marco Nappi è intervenuto ai microfoni di Stadio Aperto, trasmissione di TMW Radio, per parlare della situazione in casa Fiorentina

CALENDARIO