23 Giugno 2021 · 08:04
18.9 C
Firenze

Dovellini: “Gattuso ha chiesto e ottenuto dalla Fiorentina sintonia totale sul mercato. Ribery? Credo resti”

Matteo Dovellini, firma della Repubblica, ha parlato e risposto alle nostre domande nel giorno di Gennaro Gattuso alla Fiorentina

Matteo Dovellini, giornalista de La Repubblica, ha fatto il consueto punto della situazione in casa Fiorentina dopo l’ufficialità di Gattuso come nuovo allenatore viola, queste le sue parole:

1) Gennaro Gattuso è il nuovo allenatore della Fiorentina con l’annuncio nella giornata di oggi che ha sorpreso tutti. Com’è andata la trattativa e come mai la svolta improvvisa?

“Gattuso è sempre stata la prima scelta della Fiorentina, che nei mesi scorsi aveva preso contatto con lui. Poi la rincorsa al piazzamento Champions col Napoli, ha tenuto concentrato e focalizzato Gattuso al 100% per la causa partenopea. La parola a Commisso e alla dirigenza viola l’aveva data ma l’ok definitivo non poteva arrivare prima dell’ultima di campionato dove il tecnico si giocava tutto col Napoli. Nel frattempo altre società avevano iniziato a corteggiare Gattuso, che però ha mantenuto la parola. Nella giornata di ieri il confronto decisivo. La Fiorentina ha aperto alle richieste dell’allenatore, tra le quali la conferma in toto dello staff tecnico avuto a Napoli (e per lui ormai storico) e la condivisione totale sul mercato che si aprirà adesso. Inoltre ha giocato un ruolo chiave Commisso, da sempre convinto di questa scelta: Gattuso era il primo nome e questa grande decisione del presidente ha fatto molto piacere al tecnico che ha sentito fiducia e ha capito che a Firenze ci sarebbero state le condizioni per mettere in pratica le sue idee”.

2) Quali saranno le prime mosse di Gattuso da nuovo allenatore viola?

“Fondamentale sarà il reparto arretrato. Perché ci sono due giocatori come Milenkovic e Pezzella in uscita e perché sulla linea a quattro, Gattuso ha sempre fondato l’assetto tattico delle sue squadre. Strategici poi saranno i laterali difensivi sui quali conta molto. Penso che Gattuso ripartirà proprio dalla difesa, perché qui la Fiorentina dovrà lavorare molto. Il tecnico svolgerà una serie di incontri e di telefonate per conoscere i suoi giocatori e per capire quali siano le disponibilità o le richieste dei singoli. Poi ci sarà un confronto con la dirigenza per mettere nero su bianco le priorità. Chiaro che sia fondamentale il rinnovo di Vlahovic, così come probabilmente l’arrivo di un centrocampista che possa giocare nei due davanti alla difesa”.

3) La posizione di Franck Ribery è in mano a Gattuso, cosa deciderà di fare il nuovo tecnico?

“Ribery è un campione. Penso che una stagione con Gattuso, che esalta tutte le individualità offensive, possa essere uno stimolo molto grande per il francese. Ribery può giocare nei tre dietro Vlahovic, in un 4-2-3-1. Oppure anche nel tridente. Così come potrà farlo, se rigenerato, anche Callejon. Chiaro però che Ribery e la dirigenza dovranno essere onesti: l’apporto del francese è fondamentale per lo spogliatoio, per i giovani e per trasmettere valori a tutti le componenti. La sua esperienza è una risorsa molto preziosa, così come la sua voglia di vincere sempre. Però la Fiorentina deve cautelarsi e permettere a Ribery, nel caso il rapporto vada avanti, di poter rifiatare con più continuità”.

4) Un altro tema è quello della spalla di Pradè, c’è qualcuno in pole per questo ruolo?

“Nomi e sensazioni ma niente di certo e definitivo. Si è fatto il nome di Roberto Goretti, ex Perugia. Ma al momento non ci sono ulteriori sviluppi”.

SCOPRIAMO IL CALCIO DI GATTUSO, IL NUOVO ALLENATORE VIOLA

Il 4-2-3-1 di Gattuso, costruzione dal basso, tanta qualità e ricerca costante dell’ampiezza

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Pulgar si fa male con il Cile, lesione muscolare alla gamba destra, in dubbio per la Copa America

Si è fatto male il giocatore della Fiorentina Erick Pulgar con la nazionale cilena impegnata nella Copa America durante la partita contro l'Uruguay, questo...

Montella: “A Firenze ho lanciato Vlahovic e Castrovilli. Mi sono incatenato per Berardi alla Fiorentina”

Ospite della Rai l’allenatore Vincenzo Montella ha parlato delle sue passate esperienze con Catania, Fiorentina e Milan spiegando di non rimpiangere alcuna scelta: “Credo che un allenatore...

CALENDARIO