Dario Dainelli ha rilasciato un’intervista disponibile sulle pagine dell’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport: “Montella? Mi chiese anche la maglia nel giorno del mio esordio. Gliela diedi, ma non capivo, forse qualche legame con Empoli. A distanza di anni alla Fiorentina trovai un fisioterapista che si chiamava Dainelli, mi disse: “Io ho la maglia del tuo debutto in A”. Ecco, ora si spiega tutto”.

Prosegue su alcuni ex viola: “Tomovic e Gamberini tra i migliori col Napoli? In tanti qui possono fare bene”.

E conclude con una simpatica riflessione: “Non sono insostituibile in campo, mentre a cena non so”.

Comments

comments