La situazione su Borja Valero è pittoresca e l’abbiamo cercato di spiegare bene qui (https://www.labaroviola.com/qualcuno-mente-fara-grande-brutta-figura-qualcosa-non-quadra/21572/). Adesso però una cosa sembra certa è trova sempre più conferme, è Corvino che sembra voler vendere a tutti i costi il centrocampista spagnolo, i motivi sarebbero due:

1) Il primo è per via del suo ingaggio alto, il tuttocampista viola guadagna 1,8 milioni di euro a stagione e per il direttore generale viola questo sarebbe un ingaggio spropositato.

2) Il secondo motivo invece è di carattere puramente di rivoluzione. Corvino vuole una squadra totalmente sua, a sua immagine e somiglianza e fatta da lui. Borja non è un suo giocatore per tanti motivi.

Tutto questo però è tanto ridicolo. Dato che il ragionamento ed il pensiero di una cessione sarebbe stata logica se le pretendenti avessero messo sul piatto almeno 20/30 milioni di euro. Quella sarebbe stata un’offerta totalmente indecente.

Ma che senso ha vendere per 5 milioni il calciatore più forte tecnicamente e tatticamente, il più rappresentativo e il più amato di tutta la Fiorentina?

Semplicemente non ha alcun senso logico. Questo lo sa la proprietà che con questa mossa perderebbe totalmente i tifosi ma pare non saperlo Corvino che sta cercando di vendere lo spagnolo. Ci ha provato la scorsa estate, ci ha provato a gennaio e ci sta provando anche oggi.

Ma Borja Valero guadagna davvero tanto per la Fiorentina?

La risposta economicamente è no. Dato che si tratta del calciatore simbolo della squadra e del calciatore che fa vendere più maglie alla Fiorentina nei vari Store ufficiali. Pensate solo che in Spagna c’è un interesse sempre maggiore per la squadra viola solo per seguire le vicende e le partite di Borja Valero. Non solo, anche in Italia, a livello di immagine, spesso viene “sfruttato” Borja Valero per rappresentare la Fiorentina. E questo è solo un discorso puramente economico di immagine e di merchandising.

Poi c’è da aggiungere il discorso tecnico, e qui é tutto molto più semplice, Borja Valero è il motore del gioco viola, l’elemento più esperto e forte tecnicamente. Praticamente insostituibile sia per Montella e sia dal suo successore Paulo Sousa.

Fa sorridere l’aspetto che spesso solo fuori da Firenze si accorgono e sanno tutto questo. Certi giornalisti fiorentini questo non lo raccontano e cercano di convincere anche i tifosi.

Flavio Ognissanti

Comments

comments