29 Novembre 2021 · 12:46
6.3 C
Firenze

Come ti hanno ridotto mia cara e povera Fiorentina

Un'analisi impietosa ma, purtroppo, veritiera sulla situazione della Fiorentina, considerando presente e passato prossimo.

La premessa è d’obbligo, ieri ai punti o invertendo i portieri la Viola avrebbe vinto. Detto questo, c’è una miriade di errori dietro questa stagione bruttissima della Fiorentina.

Ma andiamo per gradi. Daniele Pradè è alla sua seconda stagione da direttore sportivo della Viola, e pensate che sono solo 3 o 4 i giocatori titolari della squadra di oggi derivanti da suoi acquisti, a testimonianza dei tanti errori commessi, nonostante il budget di tutto rispetto dell’anno scorso (non per niente abbiamo il settimo monte ingaggi del Campionato). Per lui l’esperienza da ds gigliato è chiusa. Se resterà alla Fiorentina, non lo farà comunque con quel ruolo. Gli errori del dirigente romano non si sono materializzati soltanto negli acquisti, ma anche in uscita. Un esempio? Agudelo è stato rispedito al mittente dopo pochissimo tempo e con lo stesso Amrabat, durante la sua presentazione da neo acquisto viola, che lo aveva definito il giocatore più interessante della sua nuova squadra.

Passiamo a Prandelli che in 15 partite ha collezionato appena 14 punti, frutto di tre vittorie, cinque pareggi e sette sconfitte, una media punti da retrocessione (0,93 a partita) contro gli 1,14 di Iachini. Con il mister ascolano, infatti, alla faccia di come venga definito da tutti un difensivista, la squadra segnava e tanto (ci riferiamo solo a questa stagione), ora pochissimo, nonostante lo stesso Prandelli, dopo qualche tentativo vano, sia tornato al 3/5/2 o 3/5/1/1 del suo predecessore, con il merito che gli va riconosciuto, però, di aver promosso Vlahovic titolare fisso, situazione che ha permesso all’attaccante serbo di sbocciare.

Impossibile che Prandelli venga confermato (anzi se perde pure con lo Spezia tornerebbe presumibilmente proprio Iachini), nonostante avesse dichiarato, appena ritornato sulla panchina della Fiorentina, che gli sarebbe stato chiesto di rimanere dalla Società stessa per il buon lavoro che si aspettava di fare. Con questa media, invece, altro che riconferma, al massimo anche a lui il buono e di cuore Commisso troverà qualche altra carica in Società.

Purtroppo, se è vero che Commisso ha impedito a Pradè di prendere Juric, è il direttore sportivo della Fiorentina che ha scelto di esonerare Iachini per far tornare Prandelli. Allenatore ormai fuori dal giro visto che, dopo la versione fantastica 1.0 della sua Fiorentina e la prima parte della sua esperienza in Nazionale, ha collezionato quasi solo dimissioni o esoneri, alternandoli a periodi da non occupato.

Fiorentina

Insomma, le 2 stagioni della nuova Proprietà sono da dimenticare e se l’anno scorso la squadra, in rimonta, nel finale di Campionato si è guadagnata l’ultimo posto della parte sinistra della classifica, quest’anno neanche questo scialbo obiettivo di Commisso potrà essere raggiunto, salvo miracoli sportivi, visto che siamo già ad 8 punti dalla Samp decima, ed in svantaggio negli scontri diretti. Siamo sedicesimi e la fortuna nostra è solo quella che Crotone, Parma, Cagliari e Torino viaggiano lentissimi, perché se no saremmo veramente nelle 3 ultime che rischiano la retrocessione in Serie B.

In tutto questo, Rocco Commisso, se ci sei, batti un colpo.

Giancarlo Sali

LEGGI PURE: GAZZETTA, LA FIORENTINA PIOMBA SU RICCI DELLO SPEZIA CHE È IN SCADENZA. OCCHIO ANCHE AL BOLOGNA

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO