Questo quello che scrive Michele Criscitiello nel suo editoriale au Tuttomercatoweb.com:

“Quest’anno le società hanno commesso più errori di allenatori e calciatori. Prendiamo l’esempio di Firenze, dove la proprietà con la famiglia Della Valle ha deciso di fare di testa propria e questi sono i risultati. Bisognava arrivare a fine stagione e progettare la prossima. Corvino, da uomo di calcio, aveva preso la strada giusta: chiudiamo con Pioli, proviamo a conquistare la finale di Coppa Italia e, nel frattempo, mi porto avanti con Eusebio Di Francesco. I Della Valle hanno fatto le “scarpe” a Pantaleo e Pioli e hanno deciso di andare su Montella. Nulla di più sbagliato. Chiudere male la stagione in corso e compromettersi la prossima con il contratto di Montella. Un solo vincitore, in questa storia: Lucci, agente dell’allenatore napoletano. Uno che trova squadra ad un suo assistito, nella Liga, dopo il fallimento con il Milan e gli fa firmare un contratto lungo a Firenze dopo due flop non può che non essere un genio. Forse genio del male ma comunque genio. Montella a Firenze ha ricominciato da dove aveva lasciato Milan e Siviglia. Adesso Lucci gli sta preparando un bonus. Se continua così lo porterà al Real Madrid, al posto di Zidane. La Fiorentina è un pianto greco. Un pianto voluto dai Della Valle che, in questi anni, avrebbero fatto meglio a fidarsi di Corvino. Montella è una scommessa persa in partenza”