Ieri l’Italia ha tifato tutta incessantemente per la Roma e per la sua miracolosa rimonta. Un tifo unitario e senza colori, un qualcosa che ha colpito tutti e che è stato sottolineato da molti stamattina.

La medesima cosa però non accade quando in Europa ci gioca la Juventus, molti si sono chiesti il motivo di questa stranezza, di questa visione diversa delle cose da parte dell’Italia calcistica intera.

Chiedetevi perché…

Perché la Juventus rappresenta in Italia il calcio sporco e presuntuoso. Quello fatto di “Sciaquatevi la bocca” e di “Vincere è l’unica cosa che conta”. Tutto quello che i bambini e non solo non dovrebbero imparare.

Rappresenta il calcio dei ricatti e degli orologi regalati ad arbitri e a presentatori televisivi.

Rappresenta il calcio della corruzione.

Rappresenta il calcio del doping e della Champions festeggiata dopo un tragedia umanitaria a pochi passi.

Rappresenta il calcio dei furti e quello del potere.

Chiunque rimproveri ai tifosi italiani di non essere sportivi può tranquillamente rispondere che la Juventus, con i suoi tifosi, nel corso della sua storia sportiva non lo è stata mai.

La Juventus non è antipatica perché vince. No, perché se la Roma vincesse la Champions quest’anno il prossimo anno ritroverebbe tutta Italia e tiferà ancora una volta per le sue imprese. Stesso si può dire per le altre squadre d’Italia.

La Juventus è la squadra che ha sporcato il calcio in Italia, con doping, sangue e con Calciopoli. È la squadra del potere, quello vero fatto di giocatori pompati, arbitraggi manomessi e strafottenza.

La Juventus è quella squadra che quando vince ricorda e sottolinea alle altre di non essere belli e forti come lei.

È l’antisport per eccellenza.

Ecco perché l’Italia non è antisportiva, lo ha dimostrato ieri nella sua maniera più bella e più pura. E se stasera l’Italia tiferà Real i motivi sono quelli indicati quassù.

Flavio Ognissanti

 

Comments

comments