Queste le parole rilasciate dall’architetto Marco Casamonti, progettista del nuovo centro sportivo della Fiorentina a Il Corriere dello Sport: “Bisognerebbe essere distaccati in questi casi ma io purtroppo son tifoso viola quindi non lo sono. Voglio vedere il nuovo centro sportivo qui in massimo due anni, se fosse per Commisso i lavori partirebbero domani. Appena è arrivato a Firenze mi disse che le due priorità per lui erano il centro sportivo e lo stadio. Penso che sia il comune di Firenze che quello di Bagno a Ripoli vogliano bene alla Fiorentina, purché si faccia in maniera veloce. Mi auguro che il nuovo stadio venga costruito alla Mercafir. In soli quattro mesi Commisso ha trovato un’area stupenda, questa è una data storica. La Fiorentina fino ad oggi di proprietà non aveva nulla, solo in concessione, incrementa così il suo patrimonio. Partiremo subito con il nuovo progetto, da quest’area si vede anche la cupola, si sente Firenze e Rocco vuole costruire il più bel training center al mondo. I campi saranno sparsi, non sappiamo ancora con precisione quanti ma Commisso vuole farne la casa dell’intera Fiorentina. Vuole che i ragazzini che giocano nelle giovanili sognino di far parte un giorno della prima squadra. Un’altra stupenda novità sarà la nuova sede, tutti gli uffici tecnici e amministrativi saranno nel centro sportivo. Vorremmo seguire l’armonia della natura, ci saranno sicuro però delle parti in viola”.