24 Novembre 2020 · 15:32
12.4 C
Firenze

Calciomercato pro Chiesa e triste per la Fiorentina

Un’analisi in breve della fine del mercato viola: non solo l’aver ceduto Chiesa alle condizioni della Juventus e dello stesso calciatore, ma tutto quello che non si è fatto

di Giancarlo Sali

Aver ceduto Chiesa alle condizioni della Juventus (pagamento di appena 3 milioni quest’anno ed il resto negli anni a venire) e dello stesso giocatore (semmai dovesse tornare a Firenze, avrebbe un contratto principesco come quello con i bianconeri, il rinnovo di contratto con la Fiorentina per consentirne la cessione dilazionata alla Juve recita proprio questo) grida vendetta!

Se poi consideriamo che è stato sostituito da un altro parametro 0, Callejon, il tutto si fa ancora più triste. Niente contro lo spagnolo, un buon giocatore, ma con la stessa età, 33 anni, avremmo preso Candreva (più vivace ed adatto a giocare nel 3/5/2 grazie ad un maestro come Conte), che alla Sampdoria sta già facendo vedere buone cose.

In più in attacco non è arrivato nessuno, perché purtroppo se cerchi un top player non vuole solo tanti soldi, richiesta che puoi anche riuscire a soddisfare, vedi il caso Ribery, ma anche una squadra che gioca le coppe o attrezzata per andarle a giocare subito l’anno dopo. I casi Milik e Torreira (partito addirittura in prestito secco verso l’Atletico Madrid) insegnano.

Barreca ha fallito ovunque ha giocato negli ultimi anni, Martinez Quarta, nazionale argentino, è stato, tra i colpi finali, l’unico degno di nota ed arrivato non gratis come gli altri. Un po’ poco per una squadra che non più tardi di un anno fa vantava un nuovo presidente con ambizioni elevatissime.

Ok che senza aumentare i ricavi non si può fare molto, ma secondo noi dopo un ricco mercato di gennaio, si è fatto davvero pochissimo, considerando che si è ceduto all’acerrima rivale il secondo giocatore più forte della rosa (il primo ha 37 anni e non ti potrà mai giocare tutte le partite).

In conclusione oltre ad aver perso Chiesa, non è arrivato il centravanti esperto capace di garantirti un certo numero di goal, non è arrivato un vice Ribery (la squadra senza il francese sembra valere la metà) e non è arrivato un regista (così da costringere la Fiorentina a schierare l’ottimo Amrabat in un ruolo non suo, dove rende in maniera minimale, oppure a rispolverare Pulgar). E gli esuberi? Per ora sono quasi tutti rimasti sul groppone (Saponara, Eysseric).

Delusione, tanta delusione: che ci possiamo fare, si vede che noi tifosi della Fiorentina siamo destinati a soffrire in ambito calcistico.

LEGGI ANCHE CHIESA ALLA JUVENTUS: 3 MILIONI SUBITO, 7 IL PROSSIMO ANNO, 40 MILIONI L’OBBLIGO E 10 DI BONUS

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Prandelli rivela: “Bonaventura, Ribery e Callejon fuori a Udine ma recuperabili per il Milan”

Nel corso della conferenza stampa l'allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli ha parlato anche della condizione di Venuti, Ribery, Callejon e Bonaventura. Giocatori acciaccati o,...

Cincotta: “Portiamo Firenze in Champions League per il quarto anno di fila”

Il tecnico della Fiorentina Women's è intervenuto sui canali ufficiali del club della Fiorentina dopo il sorteggio di Champions League.

CALENDARIO