Ha parlato a La Gazzetta dello Sport Aldo Agroppi, ex giocatore di Torino e Fiorentina, il quale ha introdotto così la sfida di stasera fra le due squadre legate da un antico gemellaggio. La questione – dice – è semplice: la Fiorentina non ha Batistuta e il Toro non ha Pulici e Graziani. Simeone è un bravo ragazzo. Ha la faccia pulita. Ma non ha la fisicità per reggere il peso dell’attacco e Pjaca non lo aiuta. La Fiorentina deve aggrapparsi a Chiesa che con la sua qualità può riaccendere il Cholito. Però i due giovani viola devono perfezionare la loro intesa. Belotti, invece, è diventato di colpo timido in campo. Quasi spaurito. Come ha preso l’arrivo di Zaza? Forse patisce la concorrenza? Non conosco gli umori dello spogliatoio granata. Penso però che poche squadre possano permettersi Belotti, Zaza e Iago Falque. Il calcio vive di equilibri delicati. Comunque Toro e Fiorentina mi piacciono. Possono lottare per il quinto posto che, per loro, vorrebbe dire vincere lo scudetto”.