14 Maggio 2021 · 19:40
14.4 C
Firenze

Zenga: “Mio figlio vuole giocare con Simeone, Joao e Nainggolan dopo aver visto la partita contro la Fiorentina”

I colori rosso e blu li indossa alla fine della conferenza, quando si mette al collo la sciarpa ufficiale. Walter Zenga, l’Uomo Ragno, parla del Cagliari come di uno di quei appuntamenti che nella vita, prima o poi, devono arrivare. Una missione difficile ma non impossibile, quella di Zenga, ma soprattutto doppia: riportare i sardi alla vittoria e conquistare la fiducia e l’amore dei tifosi. In molti, sei anni fa, non hanno visto di buon occhio il suo rifiuto della panchina rossoblù. A settantadue mesi circa di distanza, ecco svelato il motivo: “Ero a Dubai con i miei due figli, di lì a poco avrei allenato proprio in quel paese. E poi dall’altra parte c’era Gianfranco (Zola), non mi sarei mai voluto mettere in ballottaggio con un idolo. Nessun rifiuto, quindi”, afferma Zenga. Che si dice pronto a conquistare anche il cuore dei tanti tifosi ancora scettici. “Mio figlio di otto anni non vede l’ora di venire qui a giocare con Joao Pedro e Nainggolan, li ha già visti all’opera durante Cagliari-Fiorentina

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Francesca Fioretti: “Con Davide eravamo famiglia. Con un esame in più poteva essere salvato”

"La vita di prima non c'è più, ma nella nuova vita ci sono delle costanti e la mia è mia figlia Vittoria, che mi...

Commisso incontra Nardella a Palazzo Vecchio per discutere sul Franchi

Il presidente della Fiorentina Commisso è arrivato a Palazzo Vecchio per parlare assieme a Nardella dello stadio Franchi. Eccolo nel video di Radio Bruno...

CALENDARIO