Primi giorni del nuovo anno e prime notizie tirate a caso da qualche giornale e qualche televisione. Nulla di nuovo sotto il cielo viola. Stiamo parlando di tre persone date vicine alla Fiorentina, Simone Zaza attaccante del West Ham, Cesare Prandelli allenatore appena dimesso dalla panchina del Valencia e Nuri Sahin, centrocampista turco del Borussia Dortmund classe 1988.

Partiamo da Zaza, a prescindere della questione Kalinic, abbiamo letto di una Fiorentina molto interessata al centravanti italiano ex Juventus per il mercato di gennaio. A dire il vero la società viola non ha mai chiesto Zaza. Poi basta guardare quanto guadagna oggi l’attaccante per capire che sia un ingaggio assolutamente fuori portata dai parametri viola, ovvero un ingaggio da tre milioni e mezzo a stagione. Una cifra spropositata per un attaccante che nella sua carriera non ha mai segnato molto e che deve ancora dimostrare tutto.

Passiamo a Cesare Prandelli, l’ex tecnico viola dal 2005 al 2010, dopo il fallimento dell’esperienza spagnola del Valencia è tornato ad essere un allenatore libero. Considerato che il futuro dell’attuale allenatore della Fiorentina Paulo Sousa è parecchio in bilico, il quotidiano Tuttosport ha pensato bene di gettare in prima pagina la notizia di un possibile ritorno di Cesare Prandelli in riva all’Arno. Notizia senza alcun briciolo di verità e notizia che non trova mezza conferma. A questo dobbiamo aggiungerci che i rapporti tra il patron della Fiorentina Diego Della Valle e Prandelli sono pressoché nulli dopo che tra i due sono volate parole grosse sia dopo l’addio di Prandelli a Firenze sia dopo la non convinzione di Rossi per il mondiale brasiliano del 2014. Parole gravi e accuse pesanti. Anche per questo pensare ad un Prandelli come nuovo allenatore viola a fine stagione significa pensare una fantasia assoluta.

Passiamo al centrocampista del Borussia Sahin. Partiamo dal presupposto che si parla di arrivo nel caso di partenza di Milan Badelj, lo scriviamo da mesi e lo ripetiamo ora, il centrocampista croato non lascerà Firenze in questo mercato. Quindi già è sbagliato parlare di possibile rimpiazzo se già la partenza di un titolare non c’è e non ci sarà (anche perché dalle parti della sede viola offerte concrete non ne sono arrivate). Il nome che qualcuno fa è come detto quello di Sahin, 28 anni. Un mediano ottimo, in piena maturità calcistica, peccato che nella stagione in corsa abbia giocato la bellezza di sole tre partite tra campionato, Coppa e Chanpions per un ammontare di 140 minuti. Nella maggior parte della gare il centrocampista turco non è stato nemmeno convocato.
Flavio Ognissanti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui