Biraghi dopo aver segnato contro l’Atalanta non si dimentica di un compagno speciale: ossia del capitano Davide Astori. Biraghi infatti, nel turbine di emozioni che attraversa il “Franchi”, volge lo sguardo al cielo e, con le mani, indica il numero 13. Il numero di Davide, del capitano. Il numero del compagno di reparto che, l’anno scorso, gli servì l’assist decisivo per il suo primo gol in maglia viola. Il numero di quell’uomo precocemente strappato alla vita, che niente e nessuno potrà però mai strappare all’affetto di chi gli ha voluto bene.

Di seguito riviviamo le emozioni di domenica scorsa: