Queste le parole di Paulo Sousa in conferenza stampa alla vigilia di Lazio – Fiorentina:
“Noi cerchiamo di essere competitivi. Le nostre aspettative sono di migliorarci ed è anche il mio obiettivo. Credo che in molte partite meritavamo di più e questo ci dava un’altra prospettiva di classifica”.

Sulla sua situazione: “Ho bisogno di essere me stesso. Lavorando e voglio aiutare la nostra Fiorentina a vincere”.

Su Babacar e Borja: “Credo che quello che è più indietro per il recupero è Borja Valero. Vediamo se riesce a migliorare”.

Sulla squadra: “Abbiamo fatto molto di più in alcune partite. Credo che possiamo crescere, voglio migliorare me e i nostri giocatori. Dobbiamo essere più incisivi”.

Sulla Lazio: “La Lazio è sempre un candidato ha una classifica alta. La qualità dei giocatori li spinge ad una classifica alta. Noi dobbiamo pensarla come una sfida stimolante contro un club che ha sempre qualità. Sono forti a livello motivazionale”.

Sulla formazione: “Farò la formazione migliore per vincere la partita”.

Sulla partita contro il Genoa: “Cerchiamo sempre di vincere. Lavoriamo per vincere. Quando non succede c’è sempre tristezza. Cerchiamo di onorare al massimo la nostra città, la maglia. Dobbiamo fare delle scelte e le critiche vengono dopo il risultato. I nostri sbagli gli hanno permesso di crescere. Abbiamo avuto anche una possibilità di pareggiare e tutto questo poteva diventare diverso. Durante la seconda parte la squadra è migliorata”.

Sugli errori durante le partite: “Capita. Gli sbagli individuali permettevano all’avversario di finalizzare anche in gare precedenti. E’ una questione che cerchiamo di migliorare. Cerco di migliorare quello che ho. E’ anche una questione di concentrazione. L’unico modo di passarci sopra è lavorare. E’ una questione anche di momento che spero finisca il prima possibile. Dobbiamo lavorare perché la squadra c’è, ma questi errori ci penalizzano”.

Sulla squadra: “La squadra è cresciuta ma deve migliorare. Questo si vede. Ha ancora spazio per crescere e i ragazzi hanno la consapevolezza del momento” conclude Paulo Sousa.

Dichiarazioni registrate da Fiorentinauno

Comments

comments