4 Dicembre 2020 · 09:23
3.2 C
Firenze

Sottil Sr: “L’involuzione della squadra è evidente, ma Iachini rimane un buon allenatore. Riccardo è sereno a Cagliari”

Andrea Sottil, ex Fiorentina e padre di Riccardo Sottil, ha parlato di Beppe Iachini e dell'esperienza dei due ex-viola Sottil e Simeone in terra sarda

Andrea Sottil, padre di Riccardo Sottil, è intervenuto ai microfoni di Lady Radio. Ecco le sue parole:

IACHINI “La Fiorentina ha una buona squadra, la proprietà ha allestito una rosa competitiva, ma che fino ad adesso non si è espressa al massimo. Iachini è un buon allenatore e questo momento non incide sul suo giudizio complessivo. L’anno scorso ha fatto bene. Non so cosa sia successo negli ultimi due mesi, ma l’involuzione della squadra è evidente”. 

CALLEJON “Da tecnico esprimo la mia opinione: Callejon per me è un giocatore di livello internazionale, ma personalmente non lo farei giocare punta. Si tratta di un grandissimo attaccante esterno, con Sarri ha fatto sfracelli sulla destra”.

RICCARDO SOTTIL “Riccardo, come tutti i giocatori di quell’età, aveva bisogno di giocare.  Dopo il prestito al Pescara, quando è tornato in viola, c’era la volontà di andare a trovare spazio in un altro club, ma l’ottimo precampionato con Pioli gli ha fatto venire voglia di giocarsi tutte le sue carte a Firenze. La stagione dell’anno scorso sappiamo tutti come è andata, tra problematiche di ogni tipo e un modulo che non prevedeva ali pure come lui. Adesso gioca nel suo ruolo naturale e si trova bene col 4-3-3 di Di Francesco. Secondo me, se valutiamo la rosa della Fiorentina c’erano degli attaccanti di ruolo importanti e si sarebbe potuto giocare con due esterni alti anche a Firenze.  Un suo ritorno? Riccardo deve molto a Firenze: è arrivato lì a 16 anni, ha provato in ogni modo di imporsi a Firenze, non gli è stato consentito ma adesso a Cagliari è sereno, a differenza di quanto era anno scorso”.

SIMEONE “Giovanni sta dimostrando di essere un grandissimo attaccante. Si muove in una maniera unica, colpisce di testa come pochi e aiuta la squadra. È un combattente e lo ritengo un giocatore da top club. La Fiorentina ha perso un gran centravanti”.

LEGGI ANCHE:

RESTA IACHINI IN ATTESA DI SARRI. MONTELLA MAI CONTATTATO DALLA FIORENTINA, NON TORNA IN VIOLA

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CorFio, da Montolivo a Pazzini passando per il Pek: sono sei gli ex viola che studiano da allenatore

Sono ben sei gli ex viola che seguiranno il prossimo corso di Coverciano per il patentino da allenatore Uefa A, scrive oggi il Corriere...

Gazzetta, stadio? Commisso deciderà ad inizio 2021. Filtra negatività, si aspettano limitazioni dal Ministero

Oggi almeno sei società di Serie A stanno lavorando per avere stadi nuovi di zecca, tra restauri o impianti mai visti prima, scrive La...

CALENDARIO