15 Aprile 2021 · 01:41
8.7 C
Firenze

Simeone continua a non segnare, il Cagliari perde anche contro il Torino. Fiorentina a +10

Il risultato migliore possibile per la Fiorentina, la terz'ultima in classifica perde contro il Torino e la squadra viola vince in casa. Una bella notizia per la squadra viola

As Roma 02/10/2018 – Champions League / Roma-Viktoria Plzen / foto Antonello Sammarco/Image Sport
nella foto: Eusebio Di Francesco

Recuperato Nainggolan all’ultimo, insieme a Joao Pedro c’è Simeone, preferito a Pavoletti. Per il resto confermata la retroguardia a tre con Ceppitelli oltre a Rugani e Godin. A centrocampo dentro Marin più Nandez. Il Torino invece ha parecchie defezioni, con Zaza che affianca Belotti come centravanti.

Le buone intenzioni ci sarebbero tutte, ma è giusto utilizzare il condizionale perché a parte un paio di punizioni dal limite dell’area il Torino non va chissà quanto oltre, così come il Cagliari che cerca di sfruttare il tiro dalla lunga distanza senza mai impensierire SIrigu. Così la situazione rimane abbastanza stabile, con pochissimi circostanze pericolose, sia da una parte che dall’altra. Così il primo vero brivido per le due squadre è un tiro strozzato di Simeone che viene deviato da Bremer e sfila a poco dal palo.

L’unico davvero voglioso a smuovere l’equilibrio è Nainggolan, che cerca di appoggiare agli attaccanti il prima possibile. Per il resto la sfida è davvero bloccata, senza sussulti, senza divertire. Così Cragno e Sirigu continuano a essere spettatori non paganti di una partita che in pochi gradirebbero, fosse aperta la Sardegna Arena. Così il primo intervento del portiere del Torino arriva intorno all’ora di gioco, quando il colpo di testa di Joao Pedro finisce comunque centrale.

Così il principale sussulto è un diagonale di Zaza che, da posizione praticamente impossibile, prova a sorprendere il numero uno avversario. La deviazione non è così netta ma è provvidenziale, da parte del numero uno isolano, spedendo la palla addirittura in fallo laterale. Segnale evidente di come la partita sia poverissima tecnicamente e che solamente una palla da fermo possa cambiare l’andamento: Bremer salta più in alto di Godin, a un quarto d’ora dal termine, e firma l’1-0 che inguaia ulteriormente Di Francesco. Lo scrive TMW.

LE PAGELLE DELLA FIORENTINA, CASTROVILLI ENTRA E CAMBIA LA PARTITA, MOLTO BENE ANCHE QUARTA E VLAHOVIC

PAGELLE VIOLA: CASTROVILLI E VLAHOVIC RISOLUTORI, QUARTA UN MURO. MALE KOUAME, RIMANDATO AMRABAT

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Nardella: “Giusto riaprire gli stadi, ma si pianifichi anche la riapertura di teatri e cinema all’aperto”

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha commentato la prossima riapertura parziale degli stadi in occasione dell'Europeo: "Ok la graduale riapertura degli stadi, ma allora...

Pancaro: “Per la Fiorentina, stagione negativa. Mi aspettavo un campionato migliore”

Giuseppe Pancaro, ex difensore della Fiorentina, ha parlato a TMW Radio della squadra viola: “Non è stata un’annata positiva. Per valori, qualità ed organico non...

CALENDARIO