15 Maggio 2021 · 20:14
17.3 C
Firenze

Sconfitta immeritata, ma iniziano ad essere troppe. Cambi all’ 82, “La veggo buia”

Una delle migliori Fiorentina dell’anno, esce immeritatamente sconfitta da Marassi. Serve più cattiveria sotto porta

Forse una delle migliori Fiorentina, per intensità, carattere e gioco. Ma è mancata la Cazzimma. Quella, la devi sentire dentro, e ti deve aiutare a metterla dentro!

Foto di proprietà di ACF Fiorentina. Riproduzione vietata ©

Usciamo sconfitti immeritatamente, con due sbavature e con pochissima cattiveria sotto porta. Iniziano ad essere veramente tante ora le sconfitte seppur immeritate.

Adesso la classifica si fa leggermente più corta, è dobbiamo ringraziare anche Gasperini e l’Atalanta ,che vincendo al 90 contro il Cagliari, ci terrà  i sardi  ancora un po’ distanti.

Sul goal della Sampdoria non ho ben capito se Dragowski la chiama, o se Vlahovic ha deciso deliberatamente di abbassare la testa, e qualora fosse così, mi chiederei pure il perché, è inspiegabile.

Fortunatamente lo stesso Vlahovic aveva trovato il pareggio per farsi perdonare, appena 6 minuti dopo, ed un primo tempo fatto di parecchi tatticismi si spegneva con la speranza di un secondo tempo più arrembante.

E c’è da dire che era iniziato anche bene. Stavamo producendo parecchio gioco pressando molto alti i Doriani che facevano fatica ad uscire. Ma quando ci siamo trovati nella posizione di dover concludere siamo venuti sempre meno.

Ad un certo punto Ranieri metteva dentro Candreva e Quagliarella,due giocatori che a Firenze sicuramente verrebbero etichettati come vecchi e bolliti, e quest’ultimi collezionavano un uno due sulla fascia con Quagliarella totalmente abbandonato da Castrovilli, Biraghi, Quarta, e tutto il resto della squadra.

Abbiamo provato pure a reagire, e sicuramente, se i cambi fossero arrivati prima, forse l’avremmo anche pareggiata.

E allora mi chiedo perché Prandelli non ha fatto i cambi prima?

Anche a Sky Calcio Show glie è stato chiesto, ed il tecnico ha risposto dicendo che vedeva i ragazzi che stavano bene in campo. Ma è innegabile che Callejon e Malcuit appena entrati hanno dato molto più spinta rispetto a Venuti sulla destra.

All’ultimo secondo è stato proprio un cross dalla fascia destra a liberare il buon Milenkovic, che tutto solo in area spingeva il pallone di poco a lato.

Ad ogni modo come detto sin dall’inizio è stata una buona Fiorentina sopratutto nel secondo tempo, ma certi aggiustamenti andavano fatti sicuramente prima.

Forse la cosa più bella di questa partita è stato vedere Martinez Quarta, lottare su ogni pallone e farsi vedere spesso in anticipo su tutti, ed in più di un occasione in fase offensiva, alternandosi con Milenkovic. L’argentino sarà sicuramente il nostro Capitan Futuro, ha carisma, grinta, classe e garra, doti che nel calcio di oggi sono oro. Pradè ci ha visto benissimo.

La classifica è brutta ma è ancora salvabile, venerdì dobbiamo a tutti costi battere lo Spezia, e sperare di fare altrettanto la domenica dopo con l’Udinese, perché poi avremo la Roma e li veramente (al momento) “la veggo buia”.

Avanti Viola

Francesco Pistola

LEGGI ANCHE: PAGELLE VIOLA: NON BASTA VLAHOVIC, MALE PEZZELLA E KOUAME. CASTROVILLI A FASI ALTERNE

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Bucciantini: “Commisso è andato contro i giornalisti per coprire la stagione fallimentare”

Marco Bucciantini, giornalista di Sky Sport e molto legato ai tifosi viola, ha parlato a Radio Sportiva, queste le sue parole: “Questa dei giornalisti che...

Il Torino ne prende 4 anche contro lo Spezia, la squadra di Cairo rischia la serie B

Lo Spezia trova la salvezza con una giornata di anticipo rispetto alla fine del campionato. Decisiva, in tal senso, la bella vittoria odierna contro...

CALENDARIO