Il direttore Mario Sconcerti è intervenuto a TMW Radio, durante Maracanà, per parlare dei temi di maggiore attualità.

Sulla questione stadio a Firenze: “Lo stadio Franchi è considerato un’opera d’arte, così come tante cose a Firenze. Sono leggi dello stato. Se uno vuole fare uno stadio nuovo, se lo fa, trovando il terreno. Qui si parla non solo di stadio ma anche di altro. Commisso dice che è troppo caro? Avrà ragione, ma non ho i mezzi per dargli ragione o torto. Gli stadi si fanno, è tutto quello che si vuole intorno che crea dei problemi. Il calcio non può essere privilegiato, altrimenti anche altri hanno il diritto ad avere ‘aiuti’.

Su Cutrone: “Lui e la Fiorentina so soni cercati perché si servono a vicenda, la viola ha bisogno di un centravanti e Patrick di una squadra che li dia fiducia”.

Su Pedro: “Ha giocato pochissimo. Rocordo che Montella disse che soffriva la marcatura stretta”.

Su Chiesa: “Ha cominciato l’anno con problemi dovuti alla vecchia dirigenza, ora sembra aver ritrovato serenità. Die gol sono una miseria per lui, torni ad essere importante come in Nazionale”.

Su Bernardeschi: “A fine stagione lascerà il club bianconero, la sua avventura a Torino sta volgendo al termine. Il Nazionale italiano lascerà la nostra Serie A per andare in un top club europeo. La sensazione è che la sua prossima maglia possa essere quella del Barcellona”.

 

TuttoMercatoWeb.com