Sarri vince a Firenze la panchina d’oro. Terzo Di Francesco. Semplici vince quella di serie C

A Coverciano sono stati premiati i tecnici migliori dello scorso anno. L'allenatore del Napoli beffa Massimiliano Allegri

0
163

Maurizio Sarri ha vinto la Panchina d’Oro 2016 per la Serie A, il premio assegnato dagli allenatori come miglior tecnico. Ha preceduto Massimiliano Allegri, che si è classificato in seconda posizione. Terzo Eusebio Di Francesco. In Serie B ha trionfato Juric, all’epoca al Crotone, in Lega Pro Semplici della Spal. Premio speciale a Ranieri e al sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi.

«Solitamente ritirare i premi non mi dà una particolare soddisfazione perché a volte penso si tratta anche di tempo sottratto al mio lavoro in campo ma per questo riconoscimento è diverso: mi dà gusto e mi emoziona – dice Sarri vincitore con 25 preferenze su 61 contro i 22 del collega -. Penso sia dovuto al fatto che la giuria è composta da allenatori ed io fino a 5 anni fa militavo in serie C. Devo ringraziare due società, Empoli e Napoli, ed ancora Marcello Carli e Cristiano Giuntoli: senza loro probabilmente non sarei l’allenatore che sono adesso». E poi aggiunge: «Non è Napoli-Juve 1-0, la Juve è più forte: più che i premi contano punti e risultati, ma per una volta battere Massimiliano è bello».

Claudio Ranieri ha ricevuto oggi a Coverciano dal settore tecnico della Figc la Panchina d’oro alla carriera per l’impresa centrata la scorsa stagione alla guida del Leicester. “Più di 30 anni fa ero qui a fare il corso per allenatori – ha detto il tecnico romano mentre sullo schermo passavano le immagini di tutta la sua carriera, anche da giocatore – allora non sapevo che cosa avrei fatto, se fossi riuscito a fare questo mestiere. Dopo più di 30 anni penso di esserci riuscito, prendere questa Panchina d’oro significa che qualcosa di buono ho fatto”. Ranieri è stato premiato dal presidente del settore tecnico Gianni Rivera e dal presidente dell’Assoallenatori Renzo Ulivieri. Nel pomeriggio il tecnico romano terrà una lectio magistralis ai colleghi sul rapporto tra allenatori e arbitri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui