Jordan Veretout è il giocatore sempre presente in campo fino ad oggi nelle formazioni di mister Stefano Pioli. Tanta sostanza e pochi fronzoli: Jordan è un leader silenzioso, di quelli che si fanno sentire con i fatti concreti sul terreno di gioco. Promosso a pieni voti anche da Sandro Cois: “E a me piace un sacco, mi ha colpito immediatamente in maniera positiva e lo ritengo già adesso fondamentale per gli schemi e per il gioco di Pioli”.

L’ex viola continua elencando le qualità del francese: grinta, determinazione, tempismo nel gioco aereo ma soprattutto la cifra tecnica: “Ha piedi buonissimi e un bel calcio, come dimostra chiaramente la rete segnata a Verona con una stupenda punizione, che abbina alla combattività e alla duttilità tattica”. Per Cois, Veretout sa sempre dove posizionarsi in campo e “il raddoppio di Thereau contro l’Udinese ne è una riprova evidente”. E’ anche lui a beneficiare dell’arretramento del raggio di azione di Benassi, grazie al quale “Veretout ha un punti di sostegno in più per essere sgravato da certe responsabilità in interdizione”.

 

Corriere dello Sport Stadio

Comments

comments