Il vice presidente della Fiorentina Gino Salica ha parlato alla trasmissione “Salotto 7 viola”, queste le sue parole:

A Moena stiamo tutti benissimo. C’è un grande clima qui, stasera abbiamo cenato con la squadra e questa positività è necessaria per ottenere i risultati sportivi. Non vedevamo l’ora che finisse la stagione scorsa, è stato un anno difficile e tribolato. In questo momento ci sono due possibilità, la prima è che non si crede più a questa società e a questa dirigenza, che è un’idea legittima, oppure metterci alle spalle un’annata storta e provare a ripartire tutti insieme.

Pioli è un allenatore tranquillo e sereno, la sua normalità ci sta colpendo. In questo momento a Firenze chiediamo pazienza e fiducia. Solamente così possiamo sperare di ripartire, abbiamo tutte le carte in regola per fare un campionato da protagonisti.

Federico Chiesa ha tutti i valori che vorremmo in tutti i giocatori della Fiorentina. È forza, determinazione e volontà. Lo vogliamo leader del nostro nuovo corso. Ha tutte le caratteristiche per trascinare il gruppo. E’ un nostro giocatore e resterà a lungo qui.

Vogliamo dimostrare a tutti che la società non è lontana dalla squadra e dalla città.

Quando ho letto il comunicato dei Della Valle é stato un pugno nello stomaco. Conoscendoli bene però ne capisco perfettamente le movazioni. Rileggendo bene il comunicato, si capisce comunque che non c’è la disponibilità a vendere la società a chiunque e che l’impegno della famiglia resta massimo.

Abbiamo piena fiducia in Corvino. Chiediamo solamente qualche settimana di pazienza.

Di Pioli mi ha colpito il suo atteggiamento. Avevamo bisogno della sua normalità dopo l’ultimo drammatico anno. Mi rincuora molto vedere quest’atmosfera. Mi auguro che ci faccia presto dimenticare la sconfitta di Palermo.

In questo momento Kalinic e Bernardeschi restano due tesserati della Fiorentina, poi vediamo cosa accade”

Comments

comments