Giuseppe Rossi è ufficialmente un nuovo giocatore del Genoa. Dopo aver superato le visite mediche, ieri Pepito ha firmato un contratto fino al termine della stagione, con opzione per il prossimo anno e sarà a disposizione di Ballardini già dalla sfida di lunedì 11 dicembre contro l’Atalanta. Oggi è tempo di presentazione ufficiale.

L’ultima partita dell’attaccante nato in New Jersey risale alla scorsa primavera con la maglia del Celta Vigo contro l’Eibar, quando il ginocchio fa di nuovo crack: rottura del legamento crociato anteriore e un altro lungo stop in vista. Scaduto a giugno il contratto con la Fiorentina, Pepito torna negli States per completare la riabilitazione post intervento e riprendere ad allenarsi. In attesa che arrivi una chiamata. L’ha fatto Ballardini e ora Rossi è ufficialmente tornato: “Sto molto bene. Son passati sette mesi e mezzo dall’intervento. Mi sto allenando alla grande. Il fisico risponde, manca solo il ritmo. Spero di potermi allenare con la squadra già da domani. La trattativa è stato molto semplice e veloce, perché ho capito che il Genoa mi voleva fortemente”.

A Genova Thiago Motta e Perotti si sono rigenerati. Pepito, però, non ci pensa sottolineando un altro aspetto, decisivo nella scelta finale: “Non ho pensato a Motta e Perotti, ma all’ambiente: i tifosi sono caldi, eccezionali. Tutti vogliono bene ai calciatori. Ogni domenica è uno spettacolo giocare a Marassi”. Sul campionato: “La squadra è equilibrata in ogni reparto. Peccato aver raccolto solo 13 punti finora, ma la stagione è lunga e possiamo crescere e dare una svolta. Con Ballardini le cose stanno andando meglio, dobbiamo continuare così”.

Tra due settimane ci sarà l’incrocio con il passato: “Io in campo? Vorrebbe dire che è andato tutto nel modo giusto. Sarebbe bello esserci, ma prima della Fiorentina c’è l’Atalanta. Non ho rimpianti del mio periodo viola, conservo solo bellissimi ricordi”. Chiosa sul sogno-Nazionale: “Ci credo, il sogno c’è. Come sempre. Dispiace non esserci al Mondiale, ma sono sicuro che supereremo questo periodo di difficoltà”.

Gazzetta.it

 

Comments

comments