È ripartita intorno alle 22 la Roma, dalla stazione di Campo di Marte, ma il rientro della squadra da Firenze non è stato indolore. Prima di salire sul treno, infatti, giocatori e società sono stati contestati a distanza, senza alcun tipo di contatto, da circa 100 tifosi presenti nel settore ospiti del Franchi. Tra i più bersagliati il presidente Pallotta e i calciatori, definiti “mercenari”. Sul treno, dove ultras e Roma viaggiavano insieme, la situazione è stata però tranquilla, visto che la squadra è stata isolata dai tifosi. Nessun accenno alle polemiche arbitrali del post partita da parte dei romanisti, e nessuna contestazione a Di Francesco. Alla partenza da Firenze non era presente Francesco Totti, che non è sul treno con gli altri dirigenti.

Gazzetta.it