Diego Della Valle ha espresso ieri ad Arquata del Tronto la sua posizione in merito alla costruzione del nuovo stadio, parlando di “altri fattori” da cui dipenderebbe la realizzazione della struttura. Il sindaco Nardella, per parte sua, tende a pensare di non essere il soggetto in questione, ma semmai il partner finanziario che la Fiorentina rammenta sempre, insieme al quale poter sostenere una spesa da 300 milioni di euro. Il Comune non sente di doversi rimproverare ritardi o lacune amministrative, rispondendo così alla domanda sui mercati generali non ancora spostati: “L’iter è avviato. E comunque non è che per fare un progetto definitivo si aspetta il trasloco”. Inoltre DDV ha parlato di quello che comunque per i viola potrebbe essere un rischio, ma da Palazzo Vecchio i ragionamenti sono chiari: “E che cos’è allora l’impresa se non anche rischio?”, riflette qualcuno.

Fonte: La Repubblica 

Comments

comments