C’è meno distanza tra Fiorentina e Comune, nel percorso per il nuovo stadio. La cronologia del dialogo a distanza tra Dario Nardella e i fratelli Della Valle, ultimamente arricchita da un’uscita schietta del sindaco alla quale era seguita la risposta del club con un comunicato più morbido, si arricchisce di una nuova schiarita, anticipata dai contatti di domenica sera allo stadio in occasione di Fiorentina-Cagliari e confermata ieri dal primo cittadino.

«Dopo il colloquio che ho avuto con Andrea Della Valle al Franchi—ha detto ieri Nardella — nella giornata di mercoledì ci siamo sentiti anche con Diego Della Valle e devo dire che adesso sono molto più ottimista. Andiamo avanti sul percorso della progettazione e appena ci saranno nuovi elementi di rilievo non mancheremo di comunicarli. Dopo i recenti contatti con la Fiorentina sono più ottimista, i termini sono conosciuti e mi auguro che possano essere rispettati».

La vicenda è ormai nota, con l’attesa da parte della società viola dell’approvazione della variante urbanistica dell’area di Castello (prevista a breve) mentre da Palazzo Vecchio filtra la richiesta, sempre più determinata, di rispettare i sei mesi dall’adozione della variante in questione, la cui scadenza è fissata per la fine dell’anno. Agli inizi del mese di novembre è previsto un nuovo contatto tra le parti.

Corriere fiorentino