Niente gioco orizzontale e poco possesso palla. Alla scoperta di Di Francesco, possibile nuovo tecnico viola

Il tecnico del Sassuolo è davvero uno dei papabili per il nuovo corso viola. Conosciamolo meglio

0
215

Il 4-3-3 è il punto di partenza. L’importante, e questo lui lo sa bene, è che non diventi un dogma. Basta scavare negli archivi di Coverciano per accorgersi che nella testa dell’allenatore abruzzese c’è anche altro. La sua tesi è sul 4-4-1-1. Uno schema che, rivisto in chiave più offensiva, si avvicina molto al 4-2-3-1. Un “abito” che molto probabilmente sarà la base di partenza della Fiorentina 2017-2018. Per mettere insieme Chiesa, Bernardeschi e Saponara infatti, sembra il modulo ideale. Il pensiero verticale, schemi a parte,è il “credo” di Di Francesco. «Lo dico sempre ai miei ragazzi due passaggi in orizzontale sono già troppi». Di fatto, l’opposto di quanto la Fiorentina ha fatto vedere negli ultimi cinque anni. Prima con Montella, e poi con Sousa.

La Repubblica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.