Luca Lotti, il Ministro dello Sport, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della cerimonia che ha visto la consegna del Fiorino d’oro a Narciso Parigi: “Quello di oggi è l’omaggio che la città rende a un uomo come Parigi, pezzo di storia sportiva di questa città. Tutti abbiamo in mente il suo inno ed è un giorno di festa per lui, per lo sport e per tutti i fiorentini. Non potevo mancare, Narciso è un amico. Lui ha rappresentato gli stornelli e la storia di Firenze in Italia e nel mondo, partendo dal centro di Firenze. Questo il suo merito: da Firenze ha fatto conoscere l’Italia nel mondo. Quale migliore occasione per festeggiarlo”.

Prosegue con un pensiero su Giuseppe Rossi: “Rossi? Gli faccio l’in bocca al lupo. L’abbiamo visto a Firenze, conosciamo le sue doti, le sue qualità e speriamo che torni sui livelli del passato”.

E su Montella: “Montella come nuovo commissario tecnico? Non spetterebbe a me. Lo stimo come uomo e allenatore, ma è un’altra cosa”.

Conclude sulla Lega Serie A: ” Sono preoccupato come lo ero qualche mese fa e qualche tempo fa. Spero che la Lega si doti di una sua governance. Ci siamo detti che la riorganizzazione della Lega di A è un punto importante, qualche giorno fa è arrivato il presidente di quella di B. C’è ancora molto da fare, la rifondazione parte da questo momento”.

Comments

comments