18 Maggio 2021 · 07:16
11.4 C
Firenze

La ‘ndrangheta e le mani mancate sul centro sportivo della Fiorentina: “Vorrei sparagli in bocca”

La mafia calabrese voleva mettere le mani sulla costruzione del nuovo centro sportivo della Fiorentina, pericolo scampato

Foto di proprietà di ACF Fiorentina. Riproduzione vietata ©

«Ho appreso dalla stampa dell’operazione dei carabinieri e della Dda di Firenze. Una vicenda che non conosco e che nulla ha a che fare con l’appalto del Viola Park. Sono comunque grato alle fonti di stampa per avere precisato che la mia azienda è estranea all’indagine in corso».

Così Giovanni Nigro, l’imprenditore di origine calabrese a cui Rocco Commisso ha affidato i lavori per la costruzione del centro sportivo della Fiorentina di Bagno a Ripoli. Una commessa sulla quale alcuni degli imprenditori vicini alla cosca Gallace di Guardavalle avrebbero ipotizzato di mettere le mani.

Il nome di Nigro, titolare della Nigro Costruzioni di Prato, viene infatti citato come possibile obiettivo nelle carte del filone di indagine relativo alle estorsioni e alle minacce per far aggiudicare appalti pubblici alla Cantini Marino di Vicchio, l’impresa di movimento terra per l’accusa gestita di fatto da esponenti del clan. Due degli arrestati per mafia, Graziano Cantini e il suo collaboratore Nicola Verdiglione, parlano tra loro dei lavori al Viola Park come della «cosa di Nigro».

«L’intenzione di Verdiglione è quella di approcciare Nigro facendosi latore del “marchio Guardavalle”, ben sapendo che le origini calabresi dell’imprenditore lo rendano particolarmente sensibile alle dinamiche legate all’azione delle cosche». Cioè si sarebbe spaventato facilmente.

«Prima di muoversi Verdiglione chiede il consenso a Cantini, che dà il suo benestare: “Ditemi…. Io gli vado e gli riferisco”». Il piano, però, sarebbe rimasto a livello d’intenzione, senza passare all’intimidazione. Un metodo che secondo le accuse sarebbe stato invece applicato con successo altre volte.

In un’altra occasione, sempre sullo stesso imprenditore, afferma: «Mi viene da mettermi in macchina e sparargli in bocca come un cane». E poi: «Questi piccoli macellai bisogna farli sparire» Lo scrive La Repubblica.

DA MAGGIO RIAPRE LO STADIO, TORNANO MILLE TIFOSI

Da maggio riapre lo stadio, tornano mille tifosi. La condizione? Regione in zona gialla

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Bucchioni: “Gattuso ha chiamato Pradè per dire no alla Fiorentina. Causa lite nello spogliatoio domenica post partita”

Gattuso alla Fiorentina? Nelle ultime ore sembra allontanarsi la possibilità di vedere Gattuso sulla panchina viola. Questo il tweet di Enzo Bucchioni CRISCITIELLO: "TUTTI GLI...

Criscitiello: “Stanno rifiutando tutti la Fiorentina, Gattuso intenzionato a dire no. Conferenza Commisso non ha aiutato”

Michele Criscitiello, nel corso di Calcio e Mercato in diretta su Sportitalia, ha parlato della trattativa tra Gattuso e la Fiorentina: "Tutti gli allenatori contattati...

CALENDARIO