Stando ai numeri, il Milan è il club italiano con l’età media più bassa del campionato italiano dopo le prime quattro giornate disputate. Lo certifica il Cies, osservatorio calcistico indipendente, che nel suo ultimo report ha stilato una classifica con i 100 club europei più giovani.

Se Donnarumma e compagni figurano al 55° posto in Europa (ma al 6°assoluto tra club dei campionati Top 5) con un’età media di 24,80 anni, il resto della Serie A è assente dalla classifica dei primi 100. La seconda piazzata tra le nostre squadre è la Fiorentina, con un’età media di 25,70 anni mentre Inter, Roma, Napoli e Juventus sono tutte abbondantemente sopra i 28. Il Chievo Verona è la squadra più “vecchia” in questo inizio di stagione: i giocatori impiegati finora portano la media sui 31 anni.

Negli altri grandi campionati europei domani la Germania, che porta 7 club nella Top 100: la squadra tedesca più giovane è il Lipsia, 12esimo con 23,37 anni di media, ma ci sono anche Leverkusen, Wolfsburg, Colonia e Amburgo, ma niente Bayern Monaco. La squadra più giovane tra i tornei più prestigiosi (ossia Premier, Bundesliga, Liga, Serie A e Ligue 1), è una squadra francese: il Lille del Loco Bielsa, che si classifica al sesto posto con 22,88 anni di media. Malissimo la Premier League. Il club più “verde” tra gli inglesi è il Newcastle United di Rafa Benitez, solo 113esimo tra le 466 squadre osservate.

In Europa tra le prime tre invece c’è l’Olanda con il Nac Breda, 21,96 anni di media, mentre il primato spetta agli ucraini dello Stal Kamianske, veri bebè del calcio europeo con 21,67 anni d’età media per giocatore. Al terzo posto la Lokomotiva Zagabria, club in simbiosi con la più nota Dinamo. Completano la top 5 gli slovacchi del Treçin e il Nordsjaelland con 22,57 e 22, 78 anni medi.

 

Gazzetta.it

 

 

Comments

comments