Contatti, colloqui, sondaggi, ma di quelli in cui il confine con la concretezza è molto sottile. Perché nonostante le dichiarazioni del direttore sportivo Monchi (“non ci sarà nessun arrivo a gennaio”), la Roma si sta muovendo sul mercato. E lo sta facendo alla ricerca di un centrocampista e un attaccante.

E’ infatti andato in scena un contatto – per ora solo interlocutorio – tra l’ex ds del Siviglia e Alessandro Lucci, agente di Milan Badelj, regista della Fiorentina in scadenza il prossimo giugno. Il dirigente giallorosso e il procuratore ne hanno parlato: per il momento non è stata intavolata alcuna trattativa ufficiale, visto che sul giocatore ci sarebbe anche la Lazio, ma non è escluso che le parti possano riaggiornarsi nei prossimi giorni. Non solo Badelj, però: il ds Monchi ha riaperto anche il canale col Sassuolo per Domenico Berardi già sondato in estate. Anche qui per il momento solo colloqui, ma non è esclusa una possibile accelerata a sorpresa.

Per ora quel che è certo è che il 28enne croato della Fiorentina, nonostante sia diventato il punto fermo del centrocampo di Pioli soprattutto dopo l’addio di Borja Valero, in questi mesi ha a più riprese rifiutato il rinnovo e sembrerebbe essere sul piede di partenza. Le opzioni sono due: lasciare in estate a parametro zero o, condizione vantaggiosa anche per la Fiorentina ormai rassegnata alla sua partenza, farlo nella sessione invernale ad un prezzo comunque inferiore a quello del suo cartellino. Ed è qui che potrebbe inserirsi la Roma soprattutto alla luce dell’ultimo contatto intercorso tra Monchi e l’agente del giocatore: un’occasione ghiotta che starebbe spingendo il club giallorosso a cambiare i suoi piani di mercato.

Repubblica.it

Comments

comments