4 Dicembre 2020 · 00:33
2.4 C
Firenze

Gli alibi per i calciatori sono finiti, serve un cambio di marcia e mentalità.

Parte male il Prandelli bis, la squadra dimostra i soliti limiti nella manovra e le solite amnesie difensive. Così non va proprio

 

Doveva essere il giorno della ripartenza, il grande ritorno di Cesare Prandelli nella sua panchina ed invece ancora una volta il popolo viola si sveglia tutto sudato in preda ad un vero e proprio incubo.

Nel primo tempo la Fiorentina cerca di fare la partita, ma la manovra é troppo lenta e prevedibile e la formazione sannita é molto brava ed accorta nel legare il reparto mediano con quello difensivo, facendo densità nella fascia centrale e chiudendo conseguente molto bene le linee di passaggio. Il Benevento non crea praticamente niente, ma anche i viola se togliamo un buon possesso palla (spesso inconcludente) non si rende mai pericolosa.

La ripresa inizia nel peggiore dei modi con Biraghi che commette un brutto errore e con un controllo errato (tra l’altro neanche pressato da avversari) serve Roberto Insigne, che serve facilmente Improta, il cui tiro da fuori si insacca inesorabilmente alla sinistrata dell’incolpevole portiere gigliato.

A quel punto la Fiorentina inizia a spingere il piede sul pedale dell’acceleratore, ma l’accelerata non arriverà mai. Unica vera occasione quella di Vlahovic nel finale di gara. Poco, troppo poco. Addirittura su calcio piazzato prima e nel finale poi é il Benevento con Lapadula ad andare vicino al raddoppio.

Adesso gli alibi per questi calciatori sono terminati. La proprietà e la dirigenza non sono esenti da responsabilità, é stato detto e scritto, ma adesso è giunto il momento che si tolga gli alibi alla squadra. Siamo con la società, siamo con l’allenatore, pretendiamo che i calciatori si prendano le loro responsabilità e che da subito sininizi a portare risultati e gioco. É ora di mettere a questi ragazzi troppo coccolati e viziati un po’di pepe al culo…..

a cura di Marzio De Vita

LEGGI ANCHE PAGELLE VIOLA: DRAGOWSKY UNICO SUFFICIENTE.MALISSIMO VLAHOVIC,PEZZELLA E CASTROVILLI

PAGELLE VIOLA: DRAGOWSKI UNICO SUFFICIENTE. MALISSIMO VLAHOVIC, PEZZELLA E CASTROVILLI

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Petrachi: “Io alla Fiorentina? Per rispetto adesso non voglio parlare. Voglio tornare subito a lavorare”

L'ex direttore sportivo di Roma e Torino Gianluca Petrachi ha parlato in esclusiva a Sportitalia, queste le parole del direttore sportivo accostato alla Fiorentina...

Sconcerti: “A Firenze solo la Fiorentina, questo è bello ma brutto allo stesso tempo”

Mario Sconcerti è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno Toscana per parlare dei temi caldi in casa Fiorentina

CALENDARIO