27 Gennaio 2022 · 08:40
4.6 C
Firenze

Gattuso bucato dal Tottenham, tifosi Spurs: “Allenatore contro gay e donne, non lo vogliamo”

Gennaro Gattuso, dopo la rottura con la Fiorentina, era ad un passo dal Tottenham, che però ha cambiato idea per via della rivolta social dei tifosi

C’è la potenza dei social network dietro al voltafaccia del Tottenham a Gattuso. Non appena l’ex tecnico di Milan e Napoli (al netto della parentesi Fiorentina) è stato accostato al club londinese, si è infatti sollevata la protesta dei tifosi. Il motivo? A loro dire Rino Gattuso sarebbe violento, razzista, misogino e omofobo.

L’origine di queste pesantissime accuse, che poco gli si addicono almeno per chi lo conosce e lo vede lavorare da anni, va rintracciata in alcuni gesti del passato e particolari dichiarazioni. Nel mirino c’è innanzitutto lo scontro che nel 2011, nella gara di Champions tra Milan e Tottenham, Gattuso ebbe con l’allenatore in seconda Joe Jordan: dopo un duro faccia a faccia, Ringhio lo prese per il collo. A Londra non hanno dimenticato, nonostante lui si fosse subito scusato rendendosi conto della gravità del gesto e avesse dichiarato di “meritare la squalifica”.

E poi le frasi. Una del 2013, quando Berlusconi chiese a Galliani di dividere le responsabilità con sua figlia Barbara: “Per qualcuno come Galliani dovrebbe esserci più rispetto. Non riesco a vedere davvero le donne nel calcio. Non mi piace dirlo ma è così”, fu il commento di Gattuso.

E ancora, in merito a una protesta contro il razzismo nel 2013 dopo insulti a Boateng: “Quante volte abbiamo sentito dei boo contro i giocatori bianchi? È successo anche a me, ma non ho dato importanza. Boateng si è di certo sentito offeso, ma continuo a non vedere del razzismo. Si tratta solo dell’ultimo gesto di una minoranza di idioti”. Poi però ha più volte manifestato il suo essere antirazzista, ma a Londra nulla di questo pare essere arrivato. Forse… Ma non è tutto. Gira anche questa dichiarazione: “Il matrimonio in chiesa deve essere tra uomo e donna, anche se siamo nel 2008 e ognuno fa quello che vuole. Io credo nell’istituto della famiglia da quando sono piccolo e per qualcuno che ha fede il matrimonio omosessuale è molto strano”.

E sono solo alcuni degli episodi che i tifosi degli Spurs hanno tirato fuori, accompagnandoli con l’hashtag #NoGattuso, che sta letteralmente spopolando e che sarebbe alla base del passo indietro del presidente Daniel Levy. Lo scrive la Gazzetta dello Sport

INTANTO LA FIORENTINA HA MESSO A SEGNO IL PRIMO COLPO, NICOLAS GONZALEZ

FATTA PER GONZALEZ ALLA FIORENTINA, 23 MILIONI + 4 DI BONUS. VISITE MEDICHE DOMANI

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO