Secondo quanto riporta La Nazione il rifiuto di Nikola Kalinic alla Cina non ha esaurito la questione attaccante per questa sessione di mercato. Già, perché la partenza di Mauro Zarate per il Watford ha aperto nuovi scenari per un reparto che dovrà comunque essere completato. Maurito ieri ha superato le visite mediche in Inghilterra e probabilmente già oggi firmerà il contratto che lo legherà alla squadra di Mazzarri per questa stagione e le prossime due. Alla Fiorentina dovrebbero andare poco meno di due milioni di euro.

Adesso si aprono una serie di scenari offensivi che potrebbero essere risolti, ma non necessariamente a breve. Corvino potrebbe scegliere di non effettuare innesti, ma un attaccante esterno potrebbe servire nel prosieguo del cammino, soprattutto se dovesse continuare anche la corsa viola in coppa Italia. Ma non solo. Nelle ultime ore si sarebbe fatta strada la possibilità di arrivare a Manolo Gabbiadini.

L’attaccante del Napoli difficilmente resterà alla corte di Sarri, già affollata e adesso arricchita dall’arrivo di Pavoletti dal Genoa e dall’imminente ritorno dell’infortunato Milik. Se a questo aggiungiamo che gli azzurri in avanti sono ben assortiti (Mertens, Callejon e Insigne) si può dire che le speranze di giocare di Gabbiadini siano ridotte al minimo. La posizione del Napoli – d’accordo con il giocatore – è nota: può partire, ma a una cifra non inferiore ai 20 milioni di euro. In questo momento società che possono arrivare a questa cifra sono solo quelle della Premier, anche se per ora offerte concrete non sono arrivate.

Potrebbe arrivare, invece, quella del Tianjin – si proprio quella società – che dopo aver incassato due no (Kalinic e Diego Costa) cerca sempre un attaccante. Meglio se italiano. Ipotesi ancora tutta da scoprire a patto che il giocatore sia interessato. Ma la Fiorentina in tutto questo cosa c’entra? Aspetta di capire se davvero Gabbiadini possa andare all’estero. Nel caso, infatti, non arrivasse l’offerta giusta, Corvino potrebbe trattare, negli ultimi giorni del mercato, con il Napoli sulla base del prestito. Magari con diritto di riscatto anche alto. Riscatto da ridiscutere al termine della stagione, anche in base al rendimento di Gabbiadini che in ogni caso vedrebbe di buon occhio un’avventura a Firenze, piazza certamente gradita.