fbpx
26 Settembre 2022 · 00:02
17.5 C
Firenze

Fiorentina, la vittoria con il Verona “fa scuola”: 44% di possesso, il più basso dopo 7 giornate

Fiorentina primatista in A dopo 7 giornate per numeri di cross utili (65)

Firenze, stadio A.Franchi, 18.09.2022, Fiorentina-Verona, foto Lisa Guglielmi. Copyright Labaroviola.com

Scrive Goalist.it, inizio di campionato non particolarmente brillante quello che sta vivendo la Fiorentina di Vincenzo Italiano, complici i tanti infortuni (Milenkovic, Gonzalez, Igor e Duncan su tutti) che hanno costretto il tecnico siciliano ad adottare delle formazioni di “fortuna”, ed anche ad un 4-3-3 non più imprevedibile come lo scorso anno, inevitabilmente gli avversari hanno studiato le “contromosse” per rendere sterile il massacrante possesso palla viola. Italiano, vista l’infermeria piuttosto piena ha stravolto gli 11 iniziali ad ogni gara, ed a volte ha inserito addirittura dei giocatori fuori ruolo, basti pensare a Sofyan Amrabat, schierato come difensore centrale nella gara di Conference League contro il Basaksehir.

Se andiamo a dare uno sguardo alla classifica dopo 7 giornate, la squadra viola ha totalizzato 9 punti (2V, 3N, 2P). Il dato che balza all’occhio è relativo alle appena 7 reti realizzate (6 quelle subite). Un attacco dunque che dall’addio di Vlahovic, ormai nello scorso gennaio, non ha più trovato il suo bomber, il suo terminale offensivo “garanzia di reti”. Cabral ha segnato una rete soltanto in Conference League, anche Jovic ha siglato solo un gol in Serie A.

Come abbiamo detto poc’anzi, la Fiorentina ha fatto del possesso palla il suo marchio di fabbrica per battere gli avversari che però, da questa stagione, sembrano aver adottato delle giuste contromisure. Da qui la scelta di mister Italiano e del suo staff, nell’ultima partita contro il Verona, di creare un 4-3-3 con una posizione avanzata, a “dar fastidio” alla manovra avversaria, a creare imprevedibilità, di Antonin Barak, così da comporre un 4-2-3-1. Un “modulo in corso” che sicuramente avvantaggia il centravanti di turno, ma anche gli esterni che riescono maggiormente ad accentrarsi per provare il tiro.

Firenze, stadio A.Franchi, 18.09.2022, Fiorentina-Verona, foto Lisa Guglielmi. Copyright Labaroviola.com

La Fiorentina ha fatto registrare la percentuale più alta di possesso palla contro la Cremonese al debutto stagionale(74,6%) e con l’Udinese (74,1%). Possiamo dunque dedurre che lo schiacciante possesso palla dei gigliati non viene sfruttato nel miglior modo, non viene concretizzato in occasioni da gol, spesso i viola infatti non riescono ad essere pericolosi, decisivi, negli ultimi 15/20m di campo. Con la Cremonese infatti la vittoria è arrivata grazie all’autogol di Radu, mentre con i friulani, addirittura i gigliati sono usciti pesantemente sconfitti (4-0 Udinese alla Dacia Arena).

Un altro dato curioso è quello che emerge dall’ultima gara giocata prima di questa sosta Nazionali, la Fiorentina di mister Italiano ha incontrato il Verona di Cioffi e l’ha battuto 2-0 (In gol Ikone e Gonzalez). In questo match, la squadra di Firenze ha fatto registrare la più bassa percentuale stagionale di possesso palla (43,9%) di fronte al 56,1% degli scaligeri. Concretezza dunque nel “restyling della formazione viola” e stop a quel “noioso” possesso così sterile.

La Fiorentina nella “speciale classifica” dei cross si colloca al primo posto, 65 quelli utili, 72 quelli sbagliati. Inseguono Inter e Salernitana. Ma non solo, la squadra dell’ex tecnico dello Spezia, è quella che finora ha battuto più calci d’angolo (57). Se i gigliati vogliono dunque “cambiare rotta” è necessario un maggior apporto da parte dei due centravanti sui quali i viola hanno puntato per questa stagione, vale a dire Jovic e Cabral, che sotto porta ancora peccano di troppa imprecisione, che si rivela poi fatale ai fini del risultato.

LEGGI ANCHE, DUE ANNI A DUE TIFOSI DELLA JUVENTUS PER CORI ANTISEMITI DURANTE FIORENTINA JUVE

Due anni a due tifosi della Juventus per cori antisemiti durante Fiorentina Juve

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO