26 Novembre 2020 · 16:38
14.9 C
Firenze

Esordio con i fiocchi per Cerofolini, il giovane portiere di proprietà della Fiorentina para tutto

Esordio positivo per Cerofolini in Under 21. Il giovane portiere di proprietà della Fiorentina para tutto, anche la sfortuna.

Michele Cerofolini ha una storia di resilienza e di rinascita tutta da raccontare. Una trama avvincente, fatta di grandi speranze e di sogni di gloria, di cadute e di risalite, per dimostrare che chi non molla mai anche di fronte alle più grandi avversità può venire ripagato con soddisfazioni da mettere nel cassetto dei ricordi più belli.

Risalita – Già, perché il portiere classe ’99 sta vivendo un periodo magico, in un 2020 che, al netto della pandemia che ha scombussolato la vita di chiunque, per il ragazzo aretino resterà un’annata da ricordare come quella della risalita verso quei vertici del calcio italiano accarezzati già in giovanissima età. Un anno all’insegna del riscatto, dopo che un brutto infortunio al ginocchio gli aveva tarpato le ali quando sembrava proprio sul punto di spiccare il volo. La risalita è stata lenta, ed è passata per un’esperienza in prestito alla Casertana (la seconda in Serie C dopo quella con il Bisceglie), sempre in prestito da una Fiorentina che non ha smesso di credere nelle qualità di quel giovane numero uno che aveva fatto faville nel vivaio viola. E in queste ultime settimane, Michele si sta riprendendo con gli interessi ciò che la sfortuna gli aveva portato via nel 2019. Prima l’esordio in Serie B con la Reggiana, che ha puntato su di lui rilevandolo in prestito per affidargli i pali nell’annata del ritorno in cadetteria.

Gioia azzurra – Poi, a sorpresa, martedì è arrivata anche la prima presenza con l’azzurro dell’Under 21. Un’occasione propiziata dal forfait di Carnesecchi e Plizzari, entrambi positivi al Covid, e sfruttata a meraviglia dal ragazzo aretino. Lanciato da mister Nicolato nel match contro l’Irlanda, crocevia decisivo per la qualificazione all’Europeo di categoria e affrontato con tanti ragazzi dell’Under 20 in seguito ai numerosi casi di Covid che hanno decimato la rosa dell’Under 21, Cerofolini ha blindato la porta azzurra contribuendo al 2-0 che ha lanciato l’Italia al comando del girone. Una serata da non dimenticare, un messaggio potente che racconta della determinazione e della voglia di sognare di un ragazzo che non si è arreso di fronte alle difficoltà, e che adesso vuol tornare a bussare alle porte del grande calcio. Lo riporta tuttomercatoweb

LEGGI ANCHE CALLEJON: “NON HO MAI GIOCATO ESTERNO NEL 3-5-2. SONO DIVERSO DA CHIESA. IN SOCIETÀ HANNO VOGLIA DI VINCERE”

Callejon: “Non ho mai giocato esterno nel 3-5-2. Sono diverso da Chiesa. In società hanno voglia di vincere”

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Pezzella: ” Diego ci ha dato senso di appartenenza, un ricordo? Giocava con noi a ping-pong”

  German Pezzella, capitano della Fiorentina, argentino che ha condiviso l'esperienza in Nazionale con Diego Armando Maradona commissario tecnico, ha parlato al sito Viola Channel per...

Galli attacca Vlahovic: “Deve capire cosa sta facendo”

L'opinionista Giovanni Galli ha parlato dell'attaccante Vlahovic su Lady Radio dopo le sue ultime deludenti prestazioni. Ecco cosa ha...

CALENDARIO